Turiferario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Turiferario con turibolo in mano

Nella liturgia della Chiesa cattolica e di altre confessioni cristiane, si dice turiferario il ministrante che ha l'incarico di portare il turibolo.[1]

Il turiferario può essere accompagnato da un navicelliere, che tiene la navetta portaincenso o navicella con l'incenso da mettere nel turibolo.

Compiti[modifica | modifica wikitesto]

Il turiferaio, nella messa di rito romano svolge i seguenti compiti:

  • Offertorio: Porge il turibolo al celebrante il quale incensa l’altare e le offerte. Successivamente incensa il celebrante con tre tiri doppi.[2]
  • Consacrazione: Con l’aiuto del navicelliere infonde un po’ di incenso nel turibolo. Si reca, insieme al navicelliere, davanti all’altare e qui attende in ginocchio il momento dell’elevazione. All’elevazione incensa le Sacre Specie fermandosi con le braccia al petto ogni tre colpi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gruppo ministranti, su www.arcipreturasantonofrio.it, Parrocchia S. Onofrio Eremita - Casalvecchio Siculo.
  2. ^ Ordinamento Generale del Messale Romano (OGMR) 277.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo