Turiddo Campaini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Turiddo Campaini (Montelupo Fiorentino, 15 ottobre 1940) è un dirigente d'azienda italiano.

Campaini è il presidente di Unicoop Firenze dal 1973 quando questa cooperativa venne creata dalla fusione di Toscocoop, Coop Etruria e Unicoop Empoli. La carriera di Campaini nel 'mondo cooperativo' inizia con la sua entrata nella Cooperativa del popolo di Empoli nel 1963 sotto la presidenza di Duilio Susini. Nel '71, al momento della dimissione di Susini, ne diventa presidente per poi essere nel 1973 tra i protagonisti della fusione tra le principali cooperative di consumo toscane che porterà alla nascita di Unicoop Firenze. Nel 2010 ha pubblicato per i tipi di Baldini Castoldi Dalai Editore il libro intervista Un'altra vita è possibile in cui sono raccolti i risultati di alcune lunghe conversazioni tra questo manager e il giornalista Pietro Jozzelli.
Già vicepresidente e, tramite Unicoop Firenze, proprietario di una quota azionaria del 2,7% della Banca Monte dei Paschi di Siena, nel dicembre 2012 si dimette per motivi personali[1] proprio poco prima che scoppiasse lo scandalo della Mps.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie