Truth or Dare (film 2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Truth or Dare
Titolo originaleTruth or Dare
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2012
Durata95 min
Genereorrore
RegiaRobert Heath
Interpreti e personaggi

Truth or Dare è un film del 2012 diretto da Robert Heath.

Pellicola horror prodotta in Gran Bretagna.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni ragazzi: Eleanor, Chris, Gemma e Paul festeggiano per la fine dell'anno universitario e per il fatto che Paul andrà a lavorare per sei mesi in Scozia. Arriva successivamente Luke, che porta con sé della droga per i ragazzi senza farlo sapere alle rispettive fidanzate. Intanto, Felix, appena arrivato alla festa, incomincia a fissare Gemma, innamorato di lei. Luke, intende dare una mano per la dichiarazione, e lo fa drogare. Così, il timido ragazzo confessa i suoi sentimenti a Gemma, che tuttavia non ricambia. Il loro discorso, tuttavia viene interrotto da Eleanor che invita tutti a giocare a "Truth or Date" (Obbligo o verità), tranne a Paul, che è svenuto nella camera da letto senza poter avere un rapporto sessuale con la ragazza. Gli invitati alla festa incominciano a giocare, ma quand'è il turno di Felix, Eleanor gli chiede con chi scoperebbe quella notte. Il ragazzo sceglie Gemma, e inizia così una lite che si trasforma in una scazzottata tra Felix e Chris. Felix se ne va dalla festa - con la foto dei quattro ragazzi in tasca, scattata all'inizio del film e presa all'arrivo del ragazzo - e Gemma cerca di raggiungerlo ma senza alcun successo.

Dopo un periodo successivo di sei o sette mesi dalla fine della festa, Paul torna dalla Scozia, mentre Chris e Gemma si sono lasciati ma sono rimasti in buoni rapporti. Tutti e cinque i ragazzi rimangono tuttavia sorpresi quando vengono invitati alla festa di compleanno di Felix, nonostante quello che è successo in passato. Il loro parere nei confronti del ragazzo non è cambiato, lo considerano ancora uno sciocco e lo deridono tutti, compresa Gemma che cerca di non estraniarsi dal gruppo. Arrivati al castello della famiglia di Felix (la cui famiglia è molto ricca) si incamminano in una casetta lì vicino dove incontrano il fratello di Felix: Justin.

L'uomo avverte i ragazzi che il fratello è in Cile per volontariato e non tornerà prima del giorno successivo, ma offre all'intero gruppo di ragazzi alcool, Champagne e la possibilità di dormire in quella casetta. I ragazzi incominciano a ubriacarsi e a divertirsi, scoprendo anche che Justin è stato un soldato in Afghanistan per tre anni. A un certo punto, l'uomo chiede di giocare a Obbligo o verità. Durante il gioco Chris chiede a Gemma di tornare insieme, ma questa rifiuta. Il gioco procede normalmente, fino a quando Justin rivela che Felix si è suicidato in quella casetta, e che ha portato tutti i ragazzi lì per scoprire quello che gli è successo. Gli fa inoltre vedere una cartolina con sopra scritto "Obbligo o verità, stronzo?" rinvenuto sul cadavere del fratello. Chiunque abbia mandato al cartolina intendeva ricordare a Felix l'umiliazione della festa, ed è colpa del mittente se il ragazzo è morto. Chris cerca di andarsene, ma viene tramortito dall'ex soldato; Paul viene colpito con una pistola sia alla gamba che alla mano (dopo aver cercato di chiamare aiuto) e perfino Eleanor viene colpita al viso. Justin fa sedere quindi tutti i ragazzi tranne Luke - visto che non appariva nella foto rinvenuta nel cadavere di Felix insieme alla cartolina - in cerchio e legati alle loro sedie. Inizia quindi il vero gioco.

Justin domanda ai ragazzi imprigionati chi ha mandato la cartolina, concedendo loro qualche minuto per pensarci ed esce fuori assieme a Luke. Mentre i ragazzi all'interno della casa si incolpano l'un l'altro e cercano vanamente di liberarsi, fuori la casa Justin pone delle domande a Luke riguardanti la festa. L'uomo sembra sapere che il ragazzo vendette la droga al fratello, ma gli chiede sia se può fidarsi di lui, sia se intende cooperare per evitare un bagno di sangue. Con timore, lo spacciatore decide di cooperare con il sequestratore. Rientrati in casa, Justin decide di giocare a Obbligo e verità. La prima a scegliere tra la verità e l'obbligo è Gemma, che sceglie la "verità". Justin le domanda chi ha mandato la cartolina, e la ragazza, soltanto dopo essere stata picchiata, dice che è stato Chris. Anche gli altri incolpano il ragazzo, ma si scagionerà dalle accuse grazie al fatto che era in Spagna quando è stata mandata la cartolina. Il secondo a giocare è proprio Chris, che scegliendo l'obbligo mette in pericolo la vita di Gemma, che tuttavia si salverà.

Il gioco continuerà tra atroci sofferenze e rivelazioni riguardanti la festa. Si scoprirà che Felix stava guardando Paul ed Eleanor mentre stavano amoreggiando, venendo poi cacciato fuori dal ragazzo con varie offese. Per questo, Justin lo metterà di fronte a una scelta, che successivamente sarà causa della morte di Chris. Il gioco si interrompe quando Jonesy, un amico dei ragazzi, viene a bussare alla casa dove risiedono i protagonisti. Luke cerca di persuaderlo ad andare via, ma Justin lo aggredisce e lo fa poi uccidere dallo stesso ragazzo. Gemma riesce a liberarsi, e su suggerimento di Eleanor, fugge da sola per cercare aiuto. Justin e Luke ritornato in casa e, notando l'assenza di Gemma, il fratello di Felix si lancia al suo inseguimento. La ragazza si nasconde nel castello, dove scopre che Felix è vivo, ma colpito da una forma di paralisi, che sta guardando tutto quello che sta succedendo attraverso delle telecamere. Nella camera dove risiede Felix, Gemma ha uno scontro violento con il maggiordomo di casa, che avrà la peggio. La ragazza viene poi raggiunta da Justin è uccisa davanti agli occhi del suo spasimante. Nella casa, Luke afferma che è stato lui a mandare la cartolina, ma che non intende liberare i ragazzi. Eleanor, riuscendosi a liberare, uccide l'amico e libera il fidanzato. I due si scontrano anche con Luke, riuscendo infine a sconfiggerlo.

Questa volta sono Justin e Felix ad essere imprigionati da Eleanor. La ragazza ordina al proprio fidanzato di aspettare in macchina, per poter parlare da solo con il proprio rapitore. Dopo che Paul è uscito dalla casetta, Eleanor gli confessa che Felix non è morto per colpa della cartolina, ma per colpa di Justin. Mesi prima, dopo il litigio tra Felix e Chris, Eleanor raggiunge il povero ragazzo e lo porta dal suo fidanzato svenuto nella camera da letto. Incomincia quindi a registrare mentre Felix fa del sesso orale a Paul. Qualche settimana dopo, l'azienda del padre della ragazza fallisce, allora Eleanor chiede aiuto a Felix, ricattandolo con il video. Rivelata la verità, Justin si arrabbia col fratello, ed Eleanor pone una granata nelle mani di quest'ultimo. Esce così dalla casa, ringraziando i due per la festa. Arrivata alla macchina, sente lo scoppio della granata, che significa la morte dei due fratelli. Il film termina con Eleanor in lacrime, insieme a Paul e al cadavere di Gemma, intendi a lasciare l'abitazione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema