Tropojë

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tropojë
comune
Tropoja
Tropojë – Stemma
Tropojë – Veduta
Monumento di Bajram Curri con il museo etnografico sullo sfondo
Localizzazione
StatoAlbania Albania
PrefetturaKukës
Amministrazione
SindacoRexhë Byberi (PS)
Territorio
Coordinate42°24′N 20°10′E / 42.4°N 20.166667°E42.4; 20.166667 (Tropojë)
Altitudine470 m s.l.m.
Superficie1 058,04 km²
Abitanti20 517[2] (cens. 2011)
Densità19,39 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale8701[1]
Prefisso022
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanti(SQ) Tropojan
Cartografia
Mappa di localizzazione: Albania
Tropojë
Tropojë
Sito istituzionale

Tropojë (in italiano Tropòglie) è un comune albanese situato nella prefettura di Kukës, al confine col Kosovo.

In seguito alla riforma amministrativa del 2015, sono stati accorpati a Tropojë i comuni di Bajram Curri, Bujan, Bytyç, Fierzë, Lekbibaj, Llugaj e Margegaj, portando la popolazione complessiva a 20 517 abitanti (dati del censimento 2011).

La città è attraversata dal fiume Valbona che sorge nelle vicine Alpi Albanesi.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L’antico nome di Tropojë era Trebopolje com’è segnato nelle carte medievali serbe[3] e nei registri ottomani.[4] La parola stessa deriva dall’antico slavo, trebiti (pulire) e polje (campo), cioè campo pulito.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le testimonianze archeologiche rinvenute nella zona, come castelli o tumuli, dimostrano che l'area era popolata sin dall'antichità.[6] La regione si trova nell'estensione geografica delle tribù Dardani.

Tropoja era il centro del commercio commerciale da est (Vilayet del Kosovo) a ovest (Vilayet di Scutari) per ottenere prodotti importati dal mar Adriatico.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Tropojë viene citata nel film Io vi troverò come luogo di origine dei mafiosi albanesi che rapiscono la figlia del protagonista, interpretato da Liam Neeson.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CAP distretto di Tropojë, su geopostcodes.com. URL consultato il 14-05-10.
  2. ^ (EN) Population and housing Census 2011 (PDF), su instat.gov.al. URL consultato il 18 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  3. ^ Grković, Milica. e Грковић, Милица., Prva hrisovulja Manastira Dečani = The first charter of the Dečani Monastery, Beograd, Centar za očuvanje nasleđa Kosova i Metohije, 2004, ISBN 86-84431-02-2, OCLC 60811159.
  4. ^ (SQ) Selami Pulaha e Instituti i Historisë (Akademia e Shkencave e RPS të Shqipërisë), Defteri i regjistrimit të Sanxhakut të Shkodrës i vitit 1485, Tiranë, Akademia e Shkencave e R.P. të Shqipërisë, Instituti i Historisë, 1974, OCLC 25633315.
  5. ^ (EN) Hydronymica Albanica — A Survey of River Names in Albania (PDF), su elsie.de, p. 34.
  6. ^ Bulletin of the Institute of Archaeology, vol. 30-31, University of London. Institute of Archaeology, 1991, pp. 11–14.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123340048 · LCCN (ENn99053816
  Portale Albania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Albania