Tristano Bolelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tristano Bolelli (Bologna, 1913Pisa, 18 ottobre 2001) è stato un glottologo italiano.

Studiò a Pisa, Heidelberg e Parigi. Fu allievo di Clemente Merlo, Émile Benveniste e Joseph Vendryes.

Docente di glottologia prima all'Università di Roma ( 1942 -1944 ) poi, soprattutto, all'università di Pisa (1944-1983), insegnò altresì sanscrito per molti anni nonché storia della lingua italiana. Dal 1950 al 1958 fu anche vicedirettore della Scuola normale superiore di Pisa. Dal 1960 al 1983 fu direttore dell'Istituto di glottologia dell'Università di Pisa.

Fu inoltre direttore delle riviste Italia dialettale e Studi e saggi linguistici. Scrisse opere fondamentali tra le quali si ricordano Le voci di origine gallica (1941), Due studi irlandesi (1950), Per una storia della ricerca linguistica (1965, con particolari indicazioni per la linguistica storica[1]), Cento stravaganze linguistiche (1993). Condusse per RAI Radiouno nel 1976 la rubrica Qualche parola al giorno.

Principali cariche ricoperte[modifica | modifica wikitesto]

Opere (bibliografia parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • Le voci di origine gallica (1941);
  • Due studi irlandesi (1950);
  • Per una storia della ricerca linguistica (1965);
  • Storia della linguistica dalle origini al XX secolo, Feltrinelli, 1989, p. 14)
  • Dizionario etimologico della lingua italiana (1989 - TEA);
  • Cento stravaganze linguistiche (1993)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Georges Mounin, Storia della linguistica dalle origini al XX secolo, Feltrinelli, 1989, p.14

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN32015800 · ISNI: (EN0000 0001 0884 7386 · SBN: IT\ICCU\CFIV\013004 · LCCN: (ENn78096112 · GND: (DE11934288X · BNF: (FRcb12052946r (data) · BAV: ADV10136970