Trigoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trigoria
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.svg Roma
ComuneInsigne Romanum coronatum.svg Roma Capitale
Territorio
Coordinate41°45′53″N 12°28′39″E / 41.764722°N 12.4775°E41.764722; 12.4775 (Trigoria)
Superficie1,01 km²
Abitanti8 882 (1997)
Densità8 821,13 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale00128
Prefisso06
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Trigoria
Trigoria

Trigoria è una frazione di Roma Capitale (zona "O" 46)[1], situata in zona Z. XXVI Castel di Decima, nel territorio del Municipio Roma IX. È nota al pubblico per essere la sede del centro sportivo Fulvio Bernardini, luogo di allenamento dell'AS Roma, per ospitare le partite casalinghe della Roma Primavera, e per essere la sede dell'Università Campus Bio-Medico.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nell'area sud del comune, esternamente al Grande Raccordo Anulare ed immersa nell'agro romano, al dodicesimo chilometro della via Laurentina. A dare l'attuale morfologia sono state le intense piogge che nei secoli hanno scavato ed eroso il paesaggio collinare dando vita a valli e pianure, e rendendolo ricco di acqua[2].

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del nome, secondo Antonio Nibby e Giovanni Battista de Rossi, deriverebbe da trìcora (dal tardo latino trichōrus, a sua volta dal greco τρίχωρος, composto da τρι- «tre» e χῶρος «spazio, luogo») per la presenza di un antico edificio di culto cristiano[3]. Più tardi, invece, secondo Giuseppe Tomassetti il nome deriverebbe da tres gores, oppure tre rivi, («tre fiumi») in riferimento ai numerosi affluenti del Fosso di Malafede[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nella zona si attesta la presenza dell'uomo già a partire dalla preistoria, grazie al ritrovamento di tombe e ceramiche risalenti alla fine dell'età del bronzo[5]. I primi abitanti a stabilirsi furono i rutuli, che in epoca pre-romana abitavano la zona intorno Ardea. La sua importanza inizia in epoca romana, quando viene tracciata la via principale (oggi via di Trigoria) che si andava collegare con la via Severiana, permettendo così la costruzioni di villae[6].

Durante il medioevo vengono costruite nella zona alcune torri, come la Torre di Perna (XI sec.), la Torre di Pinzarone (oggi completamente distrutta) e altre di cui non si sa la localizzazione.

Compare per la prima volta, con il nome di Treoria, nella mappa di Eufrosino della Volpaia, datata al 1547[7]. Fino al 1439 il fondo apparteneva al cardinale Antonio Martini de Chaves, per poi essere donato alla Basilica Lateranense[8]. Compare nel Catasto alessandrino del 1660[9].

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Torre di Perna (Via Valle di Perna), costruita nell'XI secolo e dove oggi ha sede la Casa del Parco della Riserva naturale di Decima-Malafede e la sede operativa dei Guardiaparco di RomaNatura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma