Trifolium hybridum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Trifoglio ibrido
Trifolium hybridum - roosa (rootsi) ristik.jpg
Trifolium hybridum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Genere Trifolium
Specie T. hybridum
Nomenclatura binomiale
Trifolium hybridum

Il Trifolium hybridum (o Trifoglio ibrido) è una specie di trifoglio coltivato. L'epiteto hybridum non ha niente a che fare con una sua origine ibrida. La pianta è di origine incerta, probabilmente scandinava.

In Svezia è coltivato da un migliaio di anni. In Italia è coltivato in ridotte zone del Veneto e in zone montane a piovosità elevata.

Fuordi d'Europa è coltivato in Canada e nel nord-est degli Stati Uniti.

Il suo impiego è eminentemente quello di pianta foraggera.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Assomiglia al Trifolium pratense per aspetto e modalità di crescita. Le foglie sono trifogliate. I fiori sono prodotti dalle gemme ascellari degli steli mentre gli steli stessi hanno un accrescimento indeterminato: la gemma apicale infatti non differenzia in fiore come accade nel pratense. La pianta si definisce 'perenne'. Comunque in questo caso perenne non è da prendersi alla lettera, riferendosi al fatto, semplicemente, che la pianta non si comporta come una annuale. La produttività del trifoglio ibrido si protrae al massimo per 2-3 anni.

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

A causa della sua origine scandinava la pianta si presta alla coltivazione in condizioni ambientali difficili. Rispetto ad altre leguminose da prato sopporta meglio i climi freddi, e si dimostra tollerantissimo anche nei confronti di terreni soggetti a ristagni idrici. Produce altrettanto bene in terreni soggetti ad acidità che alcalinità, ma per ottenere questi risultati richiede temperature miti e abbondanza d'acqua. Si adatta alla coltura pura ma si associa bene anche a graminacee. Si presta anche al pascolo, ma non può dare più di un taglio l'anno. Nell'anno della semina, nei climi più freddi, produce con difficoltà un taglio di fieno.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica