Tribù dell'Acqua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In Avatar - La leggenda di Aang, le due Tribù dell'Acqua costituiscono una delle quattro nazioni del mondo di Aang. Esistono due Tribù: quella "del Nord", che si stanzia nell'Artico, e quella "del Sud", stanziata nell'Antartico. Esiste inoltre un piccolo gruppo di Dominatori dell'acqua situato nella Palude nebbiosa nel Regno della Terra. Le Tribù dell'Acqua includono i Dominatori dell'acqua che esercitano l'arte mistica dell'idrocinesi.

Emblema nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Interpretazione artistica dell'emblema delle Tribù dell'Acqua.

L'emblema nazionale delle Tribù dell'Acqua è un cerchio formato da una mezzaluna bianca, simboleggiante la Luna, e da tre linee orizzontali ondulate che rappresentano l'oceano. Esiste oltre a quello descritto un altro simbolo della Tribù, dove viene raffigurata un'onda tricuspide inscritta in un cerchio.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Le Tribù dell'Acqua sono divise in due gruppi culturali distinti, nati dalla lontananza geografica e dalle vicende cui le due tribù sono state sottoposte. La Tribù del Sud occupa il polo Sud e in essa non sono riscontrabili segni di civilizzazione o arti figurative, così come le testimonianze scritte che sono andate perdute durante la guerra. Katara è l'ultima Dominatrice dell'acqua di questa tribù. L'arte del Dominio dell'acqua è stata quasi completamente cancellata dal polo Sud come risultato diretto delle numerose incursioni della Nazione del Fuoco che ha ucciso durante gli scontri tutti i Dominatori.
La Tribù del Nord invece è la vera erede della civiltà dell'acqua. La città-fortezza che si trova al polo Nord è un trionfo dell'architettura, così come il complesso sistema di canali racchiusi nelle mura. La tribù nordica possiede un gran numero di Dominatori dell'acqua ma non permette che le donne pratichino quest'arte, se non nella forma medica per curare le ferite. Nella Tribù del Nord i matrimoni sono combinati dalle famiglie e le giovani fidanzate devono portare al collo una collana come segno del loro futuro matrimonio.

Dominio[modifica | modifica wikitesto]

Ciascuna delle quattro nazioni è influenzata dalla propria stagione dominante, quella della Tribù dell'Acqua è l'inverno. Durante l'inverno i Dominatori dell'acqua sono più potenti, a causa delle notti più lunghe.

Elemento fondamentale nel Dominio è l'influenza della Luna: i Dominatori dell'acqua raggiungono il loro massimo potenziale nelle notti di plenilunio, mentre perdono quasi del tutto i loro poteri durante le eclissi lunari. Le Tribù dell'Acqua tramandano la tradizione secondo cui l'arte di governare le acque sia stata da loro appresa osservando la Luna "spingere e tirare" l'acqua dell'oceano creando le maree: infatti i due spiriti che permettono l'esistenza di questo Dominio sono Tui e La, rispettivamente lo spirito della Luna e dell'Oceano i cui nomi vogliono dire "spingere" (T, TuīP) e "tirare" (T, LāP); la Tribù del Nord, in particolare, venera la Luna e l'Oceano come divinità protettrici e all'interno di un'oasi segreta vi risiedono i suddetti Tui e La.

Tutti i Domini sono associati a un particolare sensazione: la sensazione collegata al Dominio dell'acqua è il cambiamento, la flessibilità dell'animo e l'adattamento.

I Dominatori dell'acqua possono sfruttare l'acqua presente nell'ambiente e manipolarla a loro piacimento: possono generare potenti ondate, gorghi risucchiatori, maree devastanti, fruste d'acqua, lame d'acqua e scudi; i Dominatori possono inoltre congelare l'acqua e utilizzarla per intrappolare i nemici, scagliare lance di ghiaccio o congelare l'acqua sotto i loro piedi, per correre più velocemente. Oltre alle forme di attacco offensivo, il Dominio dell'acqua può essere usato per placare il dolore fisico e accelerare la guarigione di traumi e ferite: le donne della Tribù dell'Acqua del Nord sono specializzate in questa forma di cura. Una tecnica particolare permette ai Dominatori di nuotare velocemente e respirare sott'acqua creando una bolla attorno alla testa.

I Dominatori dell'acqua hanno poco potere in luoghi secchi e asciutti come i deserti, ma i più esperti tra loro possono comunque ricavare acqua dall'aria.

Esistono forme avanzate di Dominio dell'acqua: i più abili Dominatori possono sfruttare le loro capacità per far muovere piante e organismi vegetali, o per risucchiare da essi l'acqua contenuta al loro interno. I Dominatori più potenti possono arrivare anche a controllare i movimenti di una persona o di un animale governando il sangue presente nel sistema circolatorio: questa tecnica è chiamata Dominio del sangue ed è una tecnica proibita inventata da una anziana Dominatrice durante i suoi anni da prigioniera della Nazione del Fuoco quando era giovane. Questa tecnica è così forte e difficile da potersi praticare solo con il plenilunio. Tuttavia Katara si dimostra una Dominatrice talmente potente da usare il Dominio del sangue anche di giorno. Ne La leggenda di Korra si scopre che il Dominio del sangue, con un duro addestramento, può non solo essere praticato senza il plenilunio e con il solo sguardo ma può persino bloccare gli altri domini a tempo indeterminato.

Esistono tre stili di Dominio dell'acqua, uno per ciascuno delle Tribù esistenti. Lo stile settentrionale di Dominio dell'acqua è più focalizzato sulla difesa mentre quello meridionale sull'attacco.

Governo[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della serie, la Tribù del Sud è organizzata con un sistema strettamente patriarcale mentre la tribù nordica è una piccola monarchia che tuttavia riflette ancora numerose caratteristiche tipiche di una società tribale. La divisione di lavoro è basata dal sesso: gli uomini possono essere cacciatori, pescatori o guerrieri mentre le donne svolgono la funzione di casalinghe. Questi ruoli nella Tribù del Sud non sono imposti e rigidi, al contrario della Tribù del Nord, in cui vedere una donna guerriera è pura follia. Questa flessibilità nella Tribù del Sud potrebbe essere spiegata dalla mancanza di uomini adulti nei suoi insediamenti, causata dai cento anni di lotta contro la Nazione del Fuoco.

Nel secondo libro del sequel La leggenda di Korra viene appreso che dopo la Guerra dei Cent'anni, la Tribù del Nord e quella del Sud sono state unificate con la forza sotto la guida di un unico capo, quello della Tribù del Nord Unalaq, fratello del corrispettivo della Tribù del Sud Tonraq, nonché quest'ultimo padre di Korra. Dopo la conseguente guerra civile, la Tribù del Sud riacquisterà la sua indipendenza.

Risorse naturali[modifica | modifica wikitesto]

Abitando i poli, presso le coste gelate, l'esistenza delle Tribù dell'Acqua dipende dagli oceani. Vengono così raccolte le prugne del mare, alghe commestibili e vengono pescati i granchi giganti (che sono considerati una squisitezza). Le alghe sono usate per fare un'ampia varietà di piatti comprese minestre, condimenti di vario tipo e perfino pane e biscotti. Le pelli degli orsi polari sono usate per creare le tende mentre il cuoio da essi ricavato è usato per fare vestiti. Ossa di pesci e cetacei sono usate per fabbricare armi e attrezzi, la madreperla viene usata per fare gioielli. Naturalmente, i cacciatori e i pescatori delle Tribù dell'acqua sono i migliori del mondo nel loro campo.

Forza militare[modifica | modifica wikitesto]

Le milizie delle Tribù dell'Acqua sono considerevolmente meno specializzate rispetto alle armate del moderno Regno della Terra o della industrializzata Nazione del Fuoco.

Tutti i membri maschi e adulti delle Tribù sono guerrieri addestrati. Il loro armamento include randelli, scimitarre, lance con punta d'osso, boomerang di metallo, spade seghettate realizzate con i denti delle balene artiche. I guerrieri delle Tribù dell'Acqua, prima di andare in battaglia, si dipingono il volto con tinte nere, grigie e bianche. La maggior parte dei Dominatori invece porta sul volto delle maschere grigie.

La Tribù del Nord attualmente usa il suo arsenale solo per addestrare i nuovi guerrieri: infatti i loro Dominatori generano e controllano una notevole quantità di iceberg che sono sparsi nel mare davanti la città-fortezza e formano la prima linea di difesa. Gli iceberg sono capaci di danneggiare le navi nemiche affondando persino le corazzate della Nazione del Fuoco. Le correnti che muovono gli iceberg sono ben note dai Dominatori dell'acqua, che possono modificarle a loro piacimento rendendo pericoloso navigare il mare polare. Tuttavia le navi della Tribù solcano il mare in tutta tranquillità e i guerrieri addirittura usano gli iceberg come copertura per tendere improvvisi agguati, permettendo facilmente l'eliminazione di ospiti indesiderati. Mentre la Tribù sorella era stata vittima di molti attacchi, grazie a una combinazione di difese artificiali e naturali la Tribù del Nord ha potuto tenere a bada la Nazione del Fuoco, che non è mai riuscita ad assediare la città-fortezza.

Dal punto di vista navale, le Tribù dell'Acqua usano imbarcazioni piccole ma agili, più adatte al trasporto che al combattimento. La Tribù del Nord usa le navi simili a piccole piattaforme galleggianti per azioni di ricognizione davanti alle mura della città e per i trasporti nei canali cittadini. La Tribù del Sud invece usa canoe per la pesca e navi simili a quelle vichinghe per il trasporto di più persone in viaggi lunghi, usate poi per combattere la Nazione del Fuoco.

Le Tribù[modifica | modifica wikitesto]

La Tribù dell'Acqua del Sud[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente esisteva una sola Tribù dell'Acqua che abitava il polo Nord; tuttavia, a seguito di contrasti interni (dovuti alle regole sociali troppo rigide), un gruppo di guerrieri e di Dominatori lasciò la terra natia e si trasferì al polo Sud per fondare una nuova Tribù. La divisione e la lontananza fecero sviluppare le tribù in modo diverso. La Tribù dell'Acqua del Sud un tempo viveva in una piccola ed elegante città tra i ghiacci, come la Tribù del Nord, ma l'attacco della Nazione del fuoco la spazzò via. I piccoli gruppi di superstiti si dispersero lungo le coste del polo, rassegnandosi a vivere all'interno di tende e piccoli iglù.

La Tribù del Sud è attualmente sull'orlo dell'estinzione poiché la popolazione continua a diminuire decimata dagli attacchi nemici. Con la partenza dell'ultimo Dominatore dell'acqua rimasto, Katara, e il guerriero Sokka, a seguito del ritorno di Aang, la popolazione è costituita principalmente da anziani, donne e bambini molto giovani. Tutti i guerrieri infatti sono partiti in aiuto al Regno della Terra, ultimo baluardo della libertà. Lo stile di Dominio dell'acqua caratteristico della Tribú del Sud è da ritenersi praticamente estinto: l'ultima Dominatrice rimasta (la vecchia e malvagia Ama) viene imprigionata definitivamente dopo essere stata sconfitta da Katara, la quale, pur essendo una Dominatrice dell'acqua del Sud, ha appreso dal nonno Pakku lo stile del Nord. L'ultimo rimasto a conoscere questo stile è lo Wan Shi Tong, lo spirito della conoscenza che tuttavia si è seppellito insieme con la sua biblioteca per impedire ad altri umani di usare a fini malvagi il sapere in essa racchiuso.

La Tribù dell'Acqua del Nord[modifica | modifica wikitesto]

Diversamente dai Nomadi dell'Aria e della tribù sorella, la Tribù dell'Acqua del Nord è sopravvissuta a un secolo di guerra con la Nazione del Fuoco, grazie alle difese che il polo Nord fornisce. Nascosta dal freddo mare del nord, dietro le alte pareti di ghiaccio delle mura si trova una piccola città, sviluppata verso l'alto, costituita completamente da edifici in ghiaccio e canali navigabili, governata da Re Arnook. Il Tempio sovrasta l'intera città e dietro di esso (come già detto) sorge l'oasi sacra in cui risiedono Tui e La, gli spiriti della Luna e dell'Oceano.

Solo il massiccio assedio dell'ammiraglio Zhao sembrò prospettare alla Tribù del Nord la propria fine. Zhao riuscì a penetrare con le sue truppe nelle città con l'intento di uccidere lo spirito della Luna in modo da togliere i poteri ai Dominatori dell'acqua e completare la conquista della fortezza. L'intervento dell'Avatar e dello Spirito dell'Oceano posero fine all'assedio, sconfiggendo la flotta dell'ammiraglio e uccidendo il malvagio Dominatore del fuoco. In più la principessa Yue decise di sacrificarsi ridonando la vita allo spirito della Luna, diventandolo ella stessa. A seguito di questi eventi Re Arnook inviò una delegazione della tribù con Dominatori dell'acqua per aiutare la ricostruzione dei loro fratelli nel polo Sud.

La Tribù della Palude nebbiosa[modifica | modifica wikitesto]

Nel Regno della Terra, in un'ampia zona paludosa coperta da fitti alberi, risiede una terza popolazione di Dominatori dell'acqua. Non si conosce l'origine di questa tribù, sconosciuta sia dalle Tribù dei poli sia dalla tribù stessa, entrambe inoltre all'oscuro dell'esistenza reciproca. Composta probabilmente da un numero esiguo di individui, non ha una struttura sociale o una cultura. I componenti della tribù vivono nutrendosi di insetti, vestono come indigeni e si muovono nella palude con piccole canoe. Hanno sviluppato uno stile di Dominio dell'acqua molto personale, che permette anche di muovere l'acqua all'interno delle piante paludose; è comunque probabile che non sapessero trasformare l'acqua in ghiaccio, vivendo in una zona relativamente calda, almeno finché non si unirono agli altri Dominatori dell'acqua per l'attacco contro la Nazione del Fuoco durante l'eclissi solare. Non fabbricano armi probabilmente perché sono isolati dal resto del mondo e di rado avvengono incontri con gente dell'esterno; non si sa inoltre in che genere di abitazioni vivano.

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione