Trevor Phillips

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trevor Philips
Universo Grand Theft Auto
Lingua orig. Inglese
1ª app. in Grand Theft Auto V
Ultima app. in Grand Theft Auto V Solo nella missione "Il terzo incomodo"
Voce orig. Steven Ogg
Specie Umana
Sesso Maschio
Etnia Canada canadese
Luogo di nascita Canada Canada
Data di nascita 1968
Abilità
  • Abile nel combattimento corpo a corpo
  • Abile tiratore
  • Abile guidatore di aerei
Parenti
  • Signora Philips (Madre)
  • Ryan Phillips (Fratello, deceduto)

Trevor Philips ( Canada, 1968 ) è uno dei tre protagonisti di Grand Theft Auto V, insieme a Franklin Clinton e Michael De Santa.

Design del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Trevor è rappresentato come un uomo molto trascurato sia nella cura igienica che nel modo di vestire. I suoi vestiti standard sono: Una maglietta con lo scollo a V bianca, dei pantaloni della tuta grigi molto sporchi e un paio di scarponi marroni. Una caratteristica particolare è anche il fatto che Trevor, sia nei vestiti standard e occasionalmente in quelli acquistabili, infila una parte della maglia nei pantaloni. Trevor mostra numerose cicatrici e ferite sul corpo accompagnate da altrettanti tatuaggi. Il più caratteristico e vistoso è quello situato all'altezza del collo, che rappresenta delle linee tratteggiate con sotto la scritta ''CUT HERE'', ossia "tagliare qui".

Dan Houser ha spiegato che a differenza di Michael che vuole rappresentare ''Un criminale più controllato e razionale nelle azioni [..]'' Trevor ''Non ha alcun tipo di controllo,e non esita a uccidere senza rimorso ma mostra una lealtà incredibile verso coloro che ritiene importanti[..]''

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Trevor è catalogato come un sociopatico in Grand Theft Auto V. Risulta essere imprevedibile, ha spesso molti sbalzi di umore, uccidendo e/o maltrattando persone senza poi essere affetto da alcun rimorso, mostra invece una incredibile lealtà e onestà verso coloro che ama, risultando quindi un ipocrita in quanto si considera una brava persona solo poiché è onesto con i suoi amici, pur ammettendo di godere nell'uccidere altre persone nei modi più brutali a differenza di tutti gli altri personaggi del gioco e dell'intera serie che invece si trovavano costretti a dover uccidere per vari motivi, mentre Trevor spesso uccide anche solo per il gusto di farlo. Inoltre risulta essere anche saltuariamente cannibale e per certi versi emerge dal suo modo di parlare e di comportarsi alcuni atteggiamenti omosessuali, e che sia quantomeno bisessuale è confermato anche dal fatto che sebbene all'inizio del gioco lo si veda impegnato in un atto sessuale con Ashley Butler (fidanzata di Johnny Klebitz), più tardi si scoprirà che Trevor ha regolarmente violentato Floyd Herbert nel periodo in cui si era stabilito a casa sua (cambiando personaggio si può vedere Trevor che si alza dal letto, dove vi è rannicchiato un tremante Floyd vestito di rosa che sotto shock si lamenta). Sempre cambiando personaggio inoltre è anche possibile vedere Trevor fare proposte indecenti a barboni. Queste caratteristiche unite al suo abbigliamento e ai suoi tatuaggi stravaganti, rendono ovvio come Trevor abbia seri problemi a livello psicologico e mentale.

Trevor appare essere molto incerto sulle sue origini canadesi, anche se risulta essere molto irritato se deriso per il suo accento. Il personaggio parla ripetutamente della sua ''infanzia difficile'' usandola spesso come mezzo per apparire (a se stesso) una sorta di vittima nelle varie situazioni piuttosto che il carnefice. Trevor mostra inoltre una sottomissione particolare nei confronti della madre, la sua personalità infatti cambia radicalmente in sua presenza, passando da facilmente irritabile e generalmente pericolosa, a innocua e psicologicamente sottomessa. Un comportamento simile è riscontrabile anche nei confronti di Patricia Madrazo, della quale dice di essere perdutamente innamorato ma nella quale vede forse una seconda figura materna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trevor è canadese, nato probabilmente presso il confine con gli Stati Uniti. È cresciuto con un padre fisicamente violento e una madre emozionalmente violenta e che faceva la spogliarellista e la prostituta (come detto dallo stesso Trevor), questo ha segnato inevitabilmente il suo carattere, rendendolo un ragazzo emotivamente deviato e violento verso le altre persone, fin da giovane. Infatti durante l'infanzia è stato ripetutamente autore di aggressioni a danno dei suoi compagni di scuola e di una maestra. Trevor comunque mostrava una grande passione per gli aeroplani, che lo portò a pilotarli nell'esercito, durante la guerra fredda. Finita la guerra, avrebbe voluto diventare un aviatore ma a seguito di un controllo psicologico venne ritenuto mentalmente instabile. A seguito di ciò inizia a fare il criminale, commettendo la sua prima rapina al seguito della quale viene rinchiuso per 4 mesi (nonostante dovesse scontarne 6), continuando la sua carriera da criminale finché non incontra Michael, con il quale da vita ad una fiorente attività di furti e crimini, e con il quale nasce anche una grande amicizia. Trevor definisce infatti Michael il suo migliore amico, e, anche se nella maggior parte dei casi le origini della loro amicizia sono ignote, si sa per certo che il loro legame si è iniziato a sciogliere dal momento in cui Michael incontra una spogliarellista di nome Amanda e della quale si innamora, decidendo di dar vita ad una famiglia.

Durante una rapina (quella introdotta all'inizio del gioco) Trevor e Michael con il loro complice Brad Snider, si imbattono in uno scontro frontale con la polizia. Michael viene ferito e Brad rimane ucciso, Trevor invece riesce a scappare incitato da Michael.

Michael, dopo aver stretto un patto con l'FIB, mette in scena un finto funerale, che porta Trevor a credere che Michael sia morto e che Brad sia finito in galera.

Trevor si trasferisce a San Andreas, precisamente nel deserto, nella città di Sandy Shores. Qui avvia la ''Trevor Phillips Enterprises'' (nonostante la chiami anche "Trevor Phillips Industries") che si occupa di vendita di armi e spaccio di metanfetamina, credendo che questa attività diventerà un colosso al livello mondiale nel tempo.

Trevor inoltre si è circondato di Wade Hebert e Ron Jakowski, rapendoli e strappandoli dalla loro vita precedente per renderli i suoi soci. Nel deserto i suoi rivali principali sono i Lost MC, gli Aztecas e i fratelli O'Neil.

Trevor, a distanza di nove anni, viene a conoscenza del fatto che Michael è ancora vivo, il quale intanto ha cambiato cognome e risiede a Los Santos.

Trevor, prima di partire per Los Santos, decide di mettere fuori gioco i suoi rivali, temendo che questi possano rovinare i suoi affari durante la sua assenza. Una volta conclusa la faccenda ed arrivato a Los Santos con Wade, Trevor si stabilisce (senza consenso) a casa del cugino di Wade, Floyd.

Dopo varie ricerche Trevor riesce a riunirsi a Michael, chiedendo a gran tono un "risarcimento", Trevor infatti non vuole ritornare amico di Michael, ma cercare di ritornare ai vecchi tempi. Michael così ritorna nel giro, presentandogli Franklin, e con il quale Trevor instaura da subito un buon rapporto, infatti lo definisce spesso e volentieri ''un ragazzo in gamba''.

La ''pace'' viene interrotta quando Trevor scopre che Brad è morto, e che è seppellito al posto di Michael, ma accetta di restare calmo se Michael promette di aiutarlo assieme a Franklin ad effettuare un ''ultimo grande colpo''.

Alla fine del gioco tuttavia l'FIB metterà alle strette Franklin ordinandogli di uccidere Trevor mentre l'FIB Devin Weston gli ordinerà di uccidere invece Michael. Trevor viene ucciso nel finale A proprio da Franklin che deciderà di obbedire all'FIB, altrimenti continuerà a vivere nei finali B e C.

Nel finale A: In questo finale Franklin preferirà uccidere Trevor invece del suo mentore, Michael. Trevor tenterà di disuadderlo dicendogli di essergli stato sempre leale, ma Franklin gli dirà che la sua lealtà non gli interessa poiché qualsiasi persona normale vedrebbe Trevor come colui che li avrebbe messi tutti nei guai a causa del suo stile di vita squilibrato. Preso alla sprovvista e sentendosi tradito e in pericolo, Trevor si darà alla fuga. Dopo essere quasi riuscito a scappare da Franklin, verrà raggiunto da Michael che con la sua macchina speronerà l'auto di Trevor facendolo finire contro una cisterna di benzina. Approfittando di ciò Franklin sparerà alla benzina bruciando vivo Trevor e facendo esplodere la sua auto. Se si impiega troppi tempo a dare il colpo di grazia a trevor, Michael estrarrà la sua pistola e sarà proprio lui ad uccidere Trevor al posto di Franklin.

Nel finale B: Franklin realizza come Michael lo abbia sempre usato per raggiungere i suoi scopi personali durante il gioco e quindi deciderà di obbedire a Weston e di uccidere Michael. Trevor si rifiuterà tuttavia di prendere parte all'esecuzione di Michael a differeza di come fa quest'ultimo nel finale A. Dopo l'esecuzione del suo ex migliore amico Trevor decide di troncare ogni rapporto con Franklin, il quale si è dimostrato un traditore per aver ucciso Michael, che era stato il suo mentore.

Nel finale C : Franklin raduna Michael e Trevor e dopo avergli riferito che l'FIB e Weston li volevano morti, decide di pianificare un piano assieme a loro per eliminare tutti i loro nemici in modo da salvarsi tutti e tre. Eliminati Stretch, Weston e Steve Haines, Trevor, Michael e Franklin decidono di rimanere amici ma di tornare ognuno alla propria vita non lavorando più insieme almeno per un pò.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Trevor è stato accolto con un feedback generale positivo. La rivista Edge ha infatti detto che Trevor è fra i 3 il personaggio più caratteristico. Caroline Petit di GameSpot invece ha considerato Trevor ''Un vero mostro, terrificante e un essere umano mentalmente deviato''. Tom Bramwell di Eurogamer ha invece scritto che ''Trevor sembra un tipico anti-eroe, ma non convincente e poco profondo'' continua poi '' Le sue buffonate deragliano il ciclo della storia, e oscurano l'evolversi del carattere di Michael e Franklin, mettendoli quasi in disparte''. Xav de Matos di Joystiq ha spiegato che la rivalità tra Michael e Trevor è stancante, poiché alla lunga diventa "un ciclo eterno", quindi senza conclusione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi