Treno accelerato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il treno accelerato, (individuato come tale sull'orario ferroviario mediante un numero di quattro cifre), era una categoria di servizio dei treni.

I treni accelerati effettuavano servizio viaggiatori sulle linee della rete ferroviaria italiana effettuando tutte le fermate. La definizione venne successivamente cambiata in treno locale e poi in treno regionale.

La categoria di treno accelerato è tuttora utilizzata dalla Circumvesuviana.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La definizione di accelerato risale alla riclassificazione del servizio ferroviario stabilita con apposito decreto del 1889.

I treni accelerati effettuavano tutte le fermate, (o quasi tutte), della linea percorsa come avveniva nel caso dei treni omnibus; tuttavia rispetto a questi avevano una traccia oraria più stretta con fermate brevi e avviamenti veloci. Per ottenere tale scopo anche la composizione del convoglio risultava più ridotta. La categoria, che effettuava servizio regolare per viaggiatori anche su percorsi relativamente lunghi, il più delle volte era di sola 3ª classe. I convogli erano costituiti da materiale ordinario, in genere, carrozze a carrelli.

I treni accelerati cambiarono il nome in treni locali intorno agli anni settanta anche in seguito all'anacronismo della definizione essendo rimasti la categoria a percorrenza più lunga e a velocità commerciale più bassa.

Negli anni ottanta cambiarono il nome in Treni regionali in vista del successivo passaggio alle Regioni di parte delle competenze (organizzative e finanziarie) sul loro esercizio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti