Tre gendarmi a New York

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tre gendarmi a New York
Gendarmes New York1.jpg
I gendarmi in vesti americane
Titolo originaleLe Gendarme à New York
Lingua originaleFrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1965
Durata97 min 30 s
Rapporto2,35:1
Generecommedia
RegiaJean Girault
Soggettoda un'idea di Richard Balducci
Dialoghi: Jacques Vilfrid
SceneggiaturaRichard Balducci, con Jean Girault e Jacques Vilfrid
ProduttorePaul Laffargue, con René Pignières e Gérard Beytout
Compagnia Cinematografica Champion (Italia) & Société Nouvelle de Cinématographie (Francia)
FotografiaJean Falloux
MontaggioAlbert Jurgenson, con Etiennette Muse
MusicheRaymond Lefèvre & Paul Mauriat (Éditions French Music)
ScenografiaSydney Bettex, con Georges Richard, Jacques Dugied
CostumiRéal - Générique: Jean Fouchet F.L.
TruccoAnatole Paris
SfondiEdmond Séchan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tre gendarmi a New York (Le Gendarme à New York) è un film del 1965 diretto da Jean Girault. È il secondo film della fortunata serie de I Gendarmi di Saint-Tropez, preceduto da Una ragazza a Saint-Tropez (1964) e seguito da Calma ragazze, oggi mi sposo (1968).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I gendarmi di Saint-Tropez sono stati scelti a rappresentare la Francia in una conferenza internazionale di polizia a New York. Dopo un viaggio sul piroscafo France, sbarcano a Manhattan. Presto Cruchot crede di aver allucinazioni e vedere sua figlia Nicole dappertutto: infatti Nicole si è imbarcata sulla nave come clandestina, all'insaputa del padre.

Arrestata dalla dogana all'arrivo, Nicole viene avvicinata da un giornalista e finge di essere un'orfana desiderosa di scoprire l'America. Commosso e pensando di scrivere una bella serie di articoli romantici su questa storia, il giornalista la prende sotto la sua protezione. Intanto Cruchot e la sua squadra di gendarmi vanno a scoprire New York, tranne Fougasse che si è ammalato durante il viaggio ed è stato ricoverato in ospedale, rimanendoci fino alla fine del soggiorno.

Tutti finiscono poi per credere che Cruchot sia pazzo, dato che crede di vedere ovunque sua figlia Nicole. Va anche a consultare uno psicanalista, ma leggendo un giornale vede una fotografia di Nicole in un articolo che parla di un suo coinvolgimento romantico con un poliziotto italiano. Allora, rintracciato quest'ultimo, lo costringe a rivelare dove sia sua figlia e infine la trova nella salumeria newyorkese della famiglia del poliziotto. Riesce quindi a recuperarla ma sono entrambi inseguiti dai siciliani far credere che credono Nicole sia stata rapita. Cruchot e Nicole riescono a fuggire nascondendosi a Chinatown vestendosi da coppia cinese locale.

Dopo una serie di avventure e inseguimenti della NYPD e dei suoi commilitoni, Ludovic e Nicole riescono a prendere un taxi che li porterà all'aeroporto per ritornare in patria. Il suo superiore Gerber scopre tutta la verità e promette che Cruchot la pagherà cara una volta rientrati a Saint-Tropez.[1]

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato a Saint-Tropez, Nizza, Parigi, Le Havre, New York e sul transatlantico France.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato uno dei più grandi successi del 1965 in Francia, con oltre cinque milioni di ingressi nelle sale cinematografiche.[2]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per la trama e i suoi contenuti specifici, cfr. anche la scheda cinematografica Le Gendarme à New York, su CBObox-office. Vedi The Gendarme in New York su IMDb.
  2. ^ dati informativi de Le Gendarme à New York con botteghino (FR)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema