Traudl Hecher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la sciatrice tedesca, vedi Traudl Hächer.
Traudl Hecher
Traudl Hecher 1962.jpg
Nazionalità Austria Austria
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra SK Schwaz[1]
Termine carriera 1967
Palmarès
Olimpiadi 0 0 2
Mondiali 0 0 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Waltraud Hecher detta Traudl (Schwaz, 28 settembre 1943) è un'ex sciatrice alpina austriaca.

È madre di Elisabeth e Stephan Görgl, a loro volta sciatori della nazionale austriaca[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sciatrice polivalente attiva negli anni 1960, la Hecher debuttò in campo internazionale in occasione degli VIII Giochi olimpici invernali di Squaw Valley 1960, validi anche come Campionati mondiali, vincendo la medaglia di bronzo nella discesa libera, classificandosi 25ª nello slalom gigante e non completando lo slalom speciale. Due anni dopo ai Mondiali di Chamonix si piazzò 6ª nella combinata, mentre ai IX Giochi olimpici invernali di Innsbruck 1964, suo congedo olimpico, vinse nuovamente la medaglia di bronzo nella discesa libera (anch'essa valida ai fini iridati), si classificò 8ª nello slalom gigante e non completò lo slalom speciale.

Chiuse la carriera prendendo parte alla prima stagione della Coppa del Mondo: ottenne il 6º posto nella gara inaugurale, lo slalom speciale di Oberstaufen del 7 gennaio, e in seguitò salì due volte sul podio, con due terzi posti: il 1º febbraio a Monte Bondone in slalom speciale e il 26 marzo a Jackson Hole in slalom gigante, ultimo piazzamento in carriera.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 7ª nel 1967
  • 2 podi:
    • 2 terzi posti

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Campionati austriaci juniores[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (DE) Traudl Hecher, su oesv.at - ÖSV-Siegertafel, Federazione sciistica dell'Austria (Österreichischer Skiverband). URL consultato il 24 ottobre 2015.
  2. ^ (DE) "Biographie" sul sito personale di Elisabeth Görgl, su lizz.at. URL consultato il 24 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]