Trattato di Schönbrunn (1805)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trattato di Schönbrunn
Rheinbund 1806, political map.png
Il Regno di Prussia (in blu) dopo l'annessione dell'Elettorato di Hannover
Tipotrattato bilaterale
Firma15 dicembre 1805
LuogoCastello di Schönbrunn
PartiFrancia Primo Impero francese
Flag of Prussia (1892-1918).svg Regno di Prussia
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il trattato di Schönbrunn del 1805 fu stipulato il 15 dicembre 1805 tra il Primo Impero francese e il Regno di Prussia nel Castello di Schönbrunn (Vienna).

A seguito della vittoria di Napoleone Bonaparte nella battaglia di Austerlitz, alla fine della guerra della terza coalizione, il rappresentante prussiano Christian von Haugwitz dovette sottoscrivere questo trattato, che per altro non venne ratificato dal re Federico Guglielmo III.

Secondo il testo del trattato il ducato di Berg, che con l'ingresso nella Confederazione del Reno pochi mesi dopo avrebbe dovuto essere elevato a Granducato, ricevette il territorio prussiano sulla riva destra del Reno del Ducato di Kleve, mentre la Francia riceveva la svizzera Neuchâtel e il Principato di Ansbach fu promesso alla Baviera. La Prussia ottenne un diritto sull'Elettorato di Hannover, che apparteneva all'unione personale con la Gran Bretagna.

La Prussia scivolò così con questo trattato nel sistema di alleanze napoleoniche.

Il trattato rappresentò solo una soluzione temporanea, già quello di Parigi del 1806 condusse ad uno spostamento di forze a favore della Francia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia