Trattato anglo-egiziano del 1936

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il trattato anglo-egiziano del 1936 (nome in inglese: The Treaty of Alliance Between His Majesty, in Respect of the United Kingdom, and His Majesty the King of Egypt) fu firmato in occasione della seconda guerra italo-abissina del 1935, per il timore del giovane re Faruq I che gli italiani invadessero l'Egitto.

La firma del trattato scatenò un'ondata di manifestazioni anti-britanniche e anti-wafdiste, dal momento che i nazionalisti vi vedevano un chiaro segno della cedevolezza egiziana alla potenza britannica, che fortemente s'ingeriva da oltre mezzo secolo nelle vicende del Paese, condizionandone la politica, la cultura e l'economia.

In base a questo trattato, fu stabilito che il Regno Unito avrebbe sgomberato tutte le sue forze armate presenti sul suolo egiziano, con la corposa eccezione di diecimila uomini posti a protezione del Canale di Suez e delle sue sponde. Inoltre il Regno Unito s'impegnava a rifornire e ad addestrare le forze armate egiziane, e a soccorrere l'Egitto in caso di guerra. Il trattato fu firmato il 26 agosto e ratificato il 22 dicembre. Si stabilì che esso avrebbe avuto una durata ventennale.

In virtù dell'Accordo anglo-egiziano del 1899, l'Egitto e il Regno Unito avrebbero esercitato congiuntamente la sovranità nel "condominio sudanese" ma, nei fatti, i britannici solo governarono quella regione. In maniera implicita, il trattato del 1936 favoriva palesemente lo status quo, permettendo la prosecuzione delle ingerenze di Londra nel Paese arabo. Il Regno Unito infatti non smobilitò le truppe di stanza in Egitto e, durante la Seconda guerra mondiale, esse furono usate per bloccare l'avanzata italo-tedesca in Nord Africa. Solo nel 1952, con la caduta della monarchia in Egitto, l'Impero britannico cominciò un lento ritiro dei suoi soldati stanziali sul suolo egiziano, obbligatoriamente concluso solo dopo la crisi di Suez.

Infine il governo wafdista abrogò il trattato in modo unilaterale, nel 1952. Tre anni più tardi il Regno Unito accettò di ritirare le proprie truppe ma le operazioni si protrassero con voluta lentezza, fino al 26 luglio del 1956, quando la nazionalizzazione del canale di Suez da parte di Gamal Abd al-Naser, fece recuperare la piena sovranità all'Egitto, perduta il 19 e 20 settembre del 1882 con la battaglia di Tell al-Kebir.

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra