Tragedia del Green Cross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tragedia del Green Cross
LANCHILE-DOUGLASDC3C.jpg
Un DC-3 della LAN analogo a quello coinvolto nell'incidente
Tipo di eventoIncidente
Data3 aprile 1961
Tiposotto indagine
LuogoNevado de Longaví, Provincia di Linares
StatoCile Cile
Coordinate35°56′56″S 71°10′19″W / 35.948889°S 71.171944°W-35.948889; -71.171944Coordinate: 35°56′56″S 71°10′19″W / 35.948889°S 71.171944°W-35.948889; -71.171944
Tipo di aeromobileDouglas DC-3
Nome dell'aeromobileCC-CLD
OperatoreLinea Aérea Nacional de Chile
PartenzaAeroporto di Temuco, Cile
DestinazioneAeroporto di Los Cerrillos, Santiago del Cile, Cile
Passeggeri20
Equipaggio4
Vittime24
Feriti0
Sopravvissuti0
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Cile
Tragedia del Green Cross

[senza fonte]

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

La tragedia del Green Cross fu un incidente aereo avvenuto il 3 aprile 1961. Alle ore 23:57 il Douglas DC-3 della compagnia aerea LAN siglato CC-CLD con a bordo parte della squadra del Green Cross, società calcistica cilena, si schiantò contro il monte Lástima nel Nevado de Longaví (Provincia di Linares); le vittime furono 24.[1]

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Partito da Temuco, a Osorno si imbarcarono i giocatori del Green Cross, reduci dall'incontro con il Provincial Osorno, valevole per la Copa Chile. Poiché la rosa era troppo numerosa, la squadra venne divisa in due gruppi, imbarcati su due aerei differenti. La maggior parte dei componenti del Green Cross scelse il secondo aereo, dato che il primo effettuava troppi scali prima di arrivare a Santiago.[1]

Il volo e l'incidente[modifica | modifica wikitesto]

Il volo aveva una durata prevista di due ore e trenta minuti. Circa un'ora e un quarto dopo il decollo, l'equipaggio aveva chiesto il permesso di volare a una altitudine minore, a causa del ghiaccio; il permesso fu però negato, a causa della possibile sovrapposizione con la rotta di un altro volo. Istruzioni successive della torre di controllo di Santiago indicarono un percorso alternativo all'aereo; a esse non seguì più alcun contatto radio. Come probabili cause furono avanzate diverse ipotesi, come il danneggiamento di un motore.

I resti dell'aereo furono ritrovati da un gruppo di alpinisti ad oltre 3 000 m di altitudine nel febbraio 2015[2].

Le vittime[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) La tragedia De Green Cross, El Mercurio, 7 luglio 2000. URL consultato il 24-9-2010..
  2. ^ Cile, trovato l'aereo caduto 53 anni fa A bordo c'era una squadra di calcio - Corriere della Sera, 8 febbraio 2015. Consultato il 9 febbraio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]