Touriya Jabrane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Touriya Jabrane
Touriya Jabrane.jpg

Ministro della cultura
Durata mandato 15 ottobre 2007 –
29 luglio 2009
Capo di Stato Muhammad VI
Capo del governo Abbas El Fassi
Predecessore Mohammed Achaari
Successore Bensalem Himmich

Touriya Jabrane, pseudonimo di Saadia Kraytif (in arabo: ثريا جبران‎; Casablanca, 16 ottobre 1952Casablanca, 20 agosto 2020), è stata un'attrice e politica marocchina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Saadia Kryatif crebbe e studiò a Casablanca, diplomandosi al Conservatorio nazionale.[1]

Nel 1972, recitò per Masra Ennas in compagnia di Tayeb Saddiki.[1][2] Lavorò come attrice per la televisione marocchina e per il cinema. Interpretò il suo primo ruolo cinematografico nel 1978, sotto la direzione di Mustapha Akkad, nel film Il leone del deserto. Apparve in molti altri film, in particolare Titre provisoire di Mustapha Derkaoui nel 1982, Bamou di Driss Mrini, anch'esso del 1982, e Noura di Driss Kettani nel 1983.[2]

Nel 1987, diresse insieme al marito Abdelouahed Ouzri Masrah Alyaoum.[1][2] Si attivò nel fondare associazioni umanitarie.

Nominata ministro della cultura nel 2007 nel governo Abbas El Fassi, riformò il fondo di sostegno al teatro,[3] mise in atto iniziative volte ad incoraggiare la lettura.[4] Nel corso del suo incarico propose di boicottare il Salone del libro di Parigi del 2008, poiché tenutosi in Israele,[5] e organizzò lo stesso anno la Festa della musica.[6] Il 29 luglio 2009, in seguito a problemi di salute,[1] venne sostituita nel suo incarico da Bensalem Himmich.

Touriya Jabrane è morta a Casablanca nel luglio del 2020 a causa di complicazioni legate al COVID-19.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine del Trono - nastrino per uniforme ordinaria Ordine del Trono
Ordine delle arti e delle lettere - nastrino per uniforme ordinaria Ordine delle arti e delle lettere

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN155145541809496600964 · LCCN (ENn2016006592