Tour della Nazionale di rugby a 15 dell'Italia 2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italia
in tour 2004
Allenatore Nuova Zelanda John Kirwan
Capitano Marco Bortolami
Destinazione Romania
G V N P
Totali 1 0 0 1
Test match 1 0 0 1
Avversari nei test match
Nazionale G V N P
Romania Romania 1 0 0 1
Destinazione Giappone
G V N P
Totali 2 2 0 0
Test match 1 0 0 0
Avversari nei test match
Nazionale G V N P
Giappone Giappone 1 1 0 0

A giugno 2004 la Nazionale italiana di rugby intraprese un breve tour tra Europa e Asia. Le destinazioni furono Romania e Giappone, per un totale di tre incontri, due dei quali test match.

Commissario tecnico della spedizione fu il neozelandese John Kirwan, mentre il capitano fu Marco Bortolami.

Il primo incontro si tenne a Bucarest al vecchio stadio nazionale Manoliu e fu una sconfitta azzurra, la prima contro la Romania dal 1994[1]: sotto per 5-22 fino a dieci minuti dalla fine, l'Italia ebbe una reazione nei minuti finali con tre mete (due delle quali trasformate) di Robertson, Canale e Griffen e ribaltò il punteggio 24-22[1], ma un piazzato di Ionuț Tofan portò di nuovo avanti la Romania sul 24-25 finale[1].

Quattro giorni più tardi, allo stadio Nagai di Osaka[2], una sperimentale dell'Italia con Matteo Barbini capitano si impose 22-5 sul Giappone "A" grazie a 14 punti di Rima Wakarua (quattro piazzati e una trasformazione) e a una meta di Mauro Bergamasco[2].

Nel test match contro i Sakura che si tenne a Tokyo si distinse Martín Castrogiovanni che, insolitamente per un pilone, mise a segno tre mete[3] e contribuì con 15 punti a una vittoria per 32-19 mai messa in discussione nel corso dell'incontro, dal momento che il Giappone marcò i suoi primi punti quando già l'Italia vinceva 15-0[3] e la reazione degli asiatici fu sono nel finale, con una meta di Onozawa a 4 minuti dalla fine[3].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I test match[modifica | modifica wikitesto]

Bucarest
26 giugno 2004
Romania Romania 25 – 24
referto
Italia Italia Stadio Lia Manoliu (1 000 spett.)
Arbitro Scozia Rob Dickson

Tokyo
4 luglio 2004
Giappone Giappone 19 – 32
referto
Italia Italia Stadio Principe Chichibu (22 450 spett.)
Arbitro Nuova Zelanda Kelvin Deaker

Gli altri incontri[modifica | modifica wikitesto]

Osaka
30 giugno 2004
Giappone A Flag of Japan.svg 5 – 22 Italia A Stadio Nagai (18 000 spett.)
Arbitro Giappone Iwashita

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c L'Italia cede ai romeni, in la Gazzetta dello Sport, 27 giugno 2014. URL consultato il 24 ottobre 2015.
  2. ^ a b Netta vittoria dell'Italia "A" sul Giappone "A", su air.it, Associazione italiana rugbysti, 30 giugno 2004. URL consultato il 24 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2015).
  3. ^ a b c Castrogiovanni tre mete: l'Italia travolge il Giappone, in la Gazzetta dello Sport, 5 giugno 2004. URL consultato il 24 ottobre 2015.


rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby