Torri dei Salvucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torri dei Salvucci
San Gimignano - Torri dei Salvucci.JPG
Le torri dei Salvucci viste dalla Torre Grossa
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàSan Gimignano
Coordinate43°28′05.4″N 11°02′35.19″E / 43.468167°N 11.043108°E43.468167; 11.043108Coordinate: 43°28′05.4″N 11°02′35.19″E / 43.468167°N 11.043108°E43.468167; 11.043108
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXIII secolo
Realizzazione
CommittenteFamiglia Salvucci

Le Torri dei Salvucci sono due torri gemelle di San Gimignano situate in Piazza Delle Erbe, di fianco a Piazza Duomo.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Appartenute alla più importante famiglia guelfa della città, i Salvucci appunto, furono costruite dall'aspetto imponente, in maniera da simboleggiare la supremazia familiare sulla città. Po ridotte ad altezza inferiore al passato perché all'epoca della loro costruzione esse superavano in altezza i 51 metri della torre Rognosa, nonostante un espresso divieto ad oltrepassare tale altezza del 1255.[1]

I Salvucci si erano arricchiti con la mercatura e l'usura, ed erano acerrimi nemici degli Ardinghelli, famiglia ghibellina, che aveva fatto costruire due torri gemelle a imitazione di quelle dei Salvucci all'altra estremità della piazza.

Le torri sono entrambe a base quadrata e con pochissime aperture. solo qualche finestrella rettangolare. Al pian terreno presentano degli strettissimi portalini, sormontati da architrave o da arco a sesto acuto.

La Torre Salvucci Maggiore, la più alta delle due, ospita un'originale residenza d'epoca su più piani disponibile per locazione turistica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Torre di San Gimignano storia curiosità e leggend, tuscanypeople. URL consultato il 16 settembre 2019..

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S.Mori, Documenti e proposte per una ricerca prosopografica sulla famiglia Salvucci di San Gimignano (secoli XIII-XIV), in Studi in onore di Sergio Gensini, a cura di F.Ciappi e O.Muzzi, biblioteca della "Miscellania storica della Valdelsa", Firenze, Polistampa, 2013, pp.137-177
  • Toscana. Guida d'Italia ("Guida rossa"), Touring Club Italiano, Milano, 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]