Torre della Catena (Verona)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torre della Catena
Sistema difensivo di Verona
TorreDellaCatena.jpg
La torre davanti al ponte Risorgimento
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
CittàVerona
IndirizzoPonte del Risorgimento
Coordinate45°26′42.49″N 10°58′55.47″E / 45.445135°N 10.982074°E45.445135; 10.982074
Informazioni generali
TipoTorre difensiva fluviale
Condizione attualeconservato
Visitabileno
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La torre della Catena è un edificio militare costruito nel corso del XIV secolo sul letto dell'Adige come parte del sistema difensivo scaligero della città di Verona. La torre, ora in disuso, si trova tra il ponte Catena e il Ponte Risorgimento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1321 e il 1325 il principe veronese Cangrande della Scala commissionò al maestro Calzaro l'edificazione della cinta muraria di destra Adige, che si attestava sul fiume in prossimità di una più antica cortina che proteggeva il borgo di San Zeno, lungo la quale si apriva tra l'altro, in prossimità del fiume, l'antica porta Fura.[1]

Pochi metri all'esterno della porta, la cortina turrita scaligera si protende ad angolo per formare uno sperone sporgente lungo la riva fluviale, che sosteneva un capo della catena di sbarramento a monte della città. Nell'ambito di questo ampio intervento venne pertanto realizzata la torre della Catena al centro del fiume; inoltre molto probabilmente una terza torre, non più presente, doveva sorgere sulla riva opposta, per sostenere gli altri capi della catena.[1]

Il sistema di catene era ancora in funzione durante l'amministrazione della Repubblica di Venezia, quando veniva messa in opera di notte per impedire alle imbarcazioni il contrabbando o per evitare atti militari ostili.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mezzo bastione della Catena Superiore - Porta Fura - Porta della Catena, su mapserver5.comune.verona.it. URL consultato il 17 novembre 2020 (archiviato il 17 novembre 2020).
  2. ^ Ponte Catena, su verona.com. URL consultato il 18 dicembre 2020 (archiviato il 18 dicembre 2020).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]