Torre Ušće

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torre Ušće
(SR) Пословни центар Ушће
Ušće.JPG
La torre nel 2005
Localizzazione
StatoSerbia Serbia
ProvinciaBelgrado
LocalitàBelgrado
IndirizzoBulevar Mihajlo Pupin 6
Coordinate44°48′58″N 20°26′13″E / 44.816111°N 20.436944°E44.816111; 20.436944Coordinate: 44°48′58″N 20°26′13″E / 44.816111°N 20.436944°E44.816111; 20.436944
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1962-1964
Ricostruzione2003-2005
Altezza115 m
Piani25
Area calpestabile25 000
Ascensori7
Realizzazione
ArchitettoMihailo Janković
ProprietarioMPC Holding

La torre Ušće (in serbo: Пословни центар Ушће, Poslovni centar Ušće) è un grattacielo di Nuova Belgrado.

Costruita tra il 1962 e il 1964 vicino al punto in cui si incontrano il Danubio e la Sava, fu danneggiata dai bombardamenti della NATO del 1999 e fu perciò restaurata tra il 2003 e il 2005.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione della torre terminò nel 1964 ed essa servì, fino al 1990, come sede del Congresso Centrale della Lega dei Comunisti di Jugoslavia, da qui l'acronimo con cui è ancora conosciuta la struttura, CK (Centralni Komitet).[1]

Nel 1979 Nikola Kavaja, nazionalista e anti-comunista serbo, dirottò il volo American Airlines 293 con l'intenzione di schiantarsi contro la torre, tuttavia desistette e fu arrestato dalle autorità irlandesi (paese dove era originariamente diretto il volo), che lo consegnarono agli statunitensi.[2]

Negli anni '90, con il collasso e la successiva dissoluzione della Jugoslavia, il Partito Socialista di Serbia occupò 10 piani dell'edificio, affittando gli altri a delle compagnie private (tra cui tre emittenti televisive).

I danni dei bombardamenti e la ricostruzione

Il 21 aprile 1999 alcuni missili Tomahawk della NATO hanno colpito l'edificio, provocando un incendio ai piani superiori. Non si sono registrate vittime o feriti, poiché all'epoca la torre era inutilizzata, e nonostante i gravi danni subiti la Ušće non ha ceduto.[3]

Nel 2002 è stata acquistata dalla MPC Holding, holding serba fondata da Petar Matić, che nel 2003 ha iniziato la ricostruzione della torre, conclusasi nel 2005 e che ha visto l'aggiunta di due piani ai 23 iniziali, per un totale di 25.

Attualmente la Ušće è sede della compagnia serba, che nel gennaio 2018 ha annunciato la costruzione di un secondo grattacielo, di poco più basso, accanto ad essa.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Overavanje CK, su Nedeljnik Vreme. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Bruce Weber, Nikola Kavaja, Anti-Tito Hijacker of Jet, Dies at 75, in The New York Times, 12 novembre 2008. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  3. ^ (SR) Brankica Stanković, Službena (zlo)upotreba, deo prvi, su web.archive.org, 22 febbraio 2014. URL consultato il 4 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  4. ^ Daliborka Mučibabić, Kamen temeljac za drugu kulu „Ušća”, su Politika Online. URL consultato il 4 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]