Torre Piacentini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torre Piacentini
Ponte di Carignano Genova 01.jpg
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Genova
Coordinate 44°24′19.76″N 8°56′10.94″E / 44.405488°N 8.936372°E44.405488; 8.936372Coordinate: 44°24′19.76″N 8°56′10.94″E / 44.405488°N 8.936372°E44.405488; 8.936372
Informazioni
Condizioni In uso
Inaugurazione 1940
Stile Razionalismo italiano
Altezza Tetto: 108 m
Realizzazione
Architetto Marcello Piacentini, Angelo Invernizzi

La Torre Piacentini è un grattacielo di Genova, disegnato dall'architetto Marcello Piacentini e dall'ingegner Angelo Invernizzi. È stato, fino al 1954, l'edificio abitato più alto d'Italia ed uno dei primi grattacieli costruiti in Europa.

È al duecentotredicesimo posto nella classifica dei grattacieli più alti d'Europa.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro dei Liguri con la Torre Piacentini
Torre Piacentini ripresa da piazza De Ferrari in un'immagine di fine anni quaranta

È stata costruita dal 1935 al 1940 ed è alta 108 metri[1], 120 con le strutture che si sono succedute alla sua sommità, distribuiti su 31 piani, e si trova a 132 m s.l.m. All'ultimo piano ha ospitato fino agli anni ottanta la terrazza Martini, oggi ribattezzata terrazza Colombo.

Nelle forme richiama il Torrione INA, dello stesso Piacentini, realizzato a Brescia nel 1932, alto 57,25 metri.

Denominazione[modifica | modifica wikitesto]

Dagli anni immediatamente successivi alla sua costruzione è stata comunque nota e nominata dagli abitanti non col nome, spesso dimenticato, dell'ideatore, ma come:

  • Grattacielo (è stato il primo grattacielo italiano, nel senso di struttura con tetto superiore ai 100 m)
  • Grattacielo di piazza Dante (per l'ubicazione)
  • Torre dell'orologio (posizionato a livello degli ultimi piani)
  • Terrazza Capurro, Martini o Colombo, a seconda delle epoche, per i locali siti sulla terrazza sommitale
  • Torre sud, per distinguerla dall'edificio nord, sulla stessa piazza, di altezza inferiore

Con i suoi trentuno piani è oggi il secondo grattacielo più alto del capoluogo ligure ma, contando la struttura pubblicitaria in cima, la sua altezza raggiunge i centoventi metri.

Primati detenuti[modifica | modifica wikitesto]

È stata la più alta costruzione italiana ed europea in cemento armato dell'epoca, grattacielo più alto d'Italia fino alla costruzione della Torre Breda di Milano, nel 1954, grattacielo più alto d'Europa fino alla costruzione della Kotel'ničeskaja naberežnaja di Mosca, nel 1952. Attualmente, escludendo la struttura pubblicitaria, è il secondo edificio più alto della città, dopo il Matitone di San Benigno[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Edificio abitato più alto d'Italia Successore
Torre Littoria 1940 - 1954 Torre Breda