Tooting Broadway (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Underground.svg Tooting Broadway
Statue of Edward VII outside Tooting Broadway Underground Station - geograph.org.uk - 1019794.jpg
Entrata della stazione con la statua di Edoardo VII
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore Transport for London
Inaugurazione 1926
Linea Northern line flag box.png
Localizzazione Tooting, Wandsworth
Tipologia Stazione sotterranea
Interscambio vedi sotto
Flusso passeggeri 2010 Decrease2.svg 12.87 milioni[1]
2011 Increase2.svg 13.04 milioni[1]
2012 Increase2.svg 13.23 milioni[1]
2013 Increase2.svg 13.51 milioni[1]
2014 Increase2.svg 15.11 milioni[1]
Mappa di localizzazione: Londra
Tooting Broadway
Tooting Broadway
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°25′39.47″N 0°10′06.15″W / 51.42763°N 0.168374°W51.42763; -0.168374

Tooting Broadway è una stazione della metropolitana di Londra situata a Tooting, nel borgo londinese di Wandsworth. Situata all'angolo tra Tooting High Street (la A24) e Mitcham Road (la A217), la stazione si trova tra le stazioni di Tooting Bec e Colliers Wood sulla diramazione di Morden della Northern line, in terza zona tariffaria della metrò londinese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è stata aperta al pubblico a settembre del 1926 dalla City & South London Railway (CSLR)[2][3]. L'edificio della stazione è stato progettato da Charles Holden[4][5] in stile modernista, rivestito con pietra bianca di Portland e con una vetrata sulla facciata interrotta da colonne i cui capitelli riproducono il simbolo della metropolitana londinese, riprodotto anche sulla vetrata stessa. L'edificio è un Monumento classificato di grado II[6], al pari di altre stazioni di Holden come Clapham South, Balham, Tooting Bec, Colliers Wood e South Wimbledon[7].

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Tooting Broadway Viene citata nei crediti delle serie 1, 2 e 3 della commedia della BBC Citizen Smith[8] e nel titolo del brano "On Tooting Broadway Station" tratto da The Death of Cool, il terzo album dei Kitchens of Distinction[9].

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Per la stazione passano i bus n. 44, 57, 77, 127, 131, 155, 219, 264, 270, 280, 333, 355, 493, G1 e i bus notturni N44 e N155[10].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Multi-year station entry-and-exit figures (XLS), in London Underground station passenger usage data, Transport for London, 2017. URL consultato il 31 maggio 2018.
  2. ^ (EN) John R Day e John R Reed, The Story of London's Underground, Londra, Capital Transport, 2008 [1963], p. 96, ISBN 1-85414-316-6.
  3. ^ Douglas Rose, The London Underground, A Diagrammatic History, Londra, Douglas Rose, 1999.
  4. ^ Andrew Martin, Underground Overground, Profile Books, 2012, p. 186, ISBN 978-1-84668-478-4.
  5. ^ Fiona Orsini, Underground Journeys: Charles Holden's designs for London Transport (PDF), Victoria & Albert Museum + Royal Institute of British Architects Architecture Partnership, 2010. URL consultato il 23 maggio 2018.
  6. ^ (EN) LONDON REGIONAL TRANSPORT STATION (INCLUDING ADJACENT SHOPS TO LEFT AND RIGHT SOUTH WIMBLEDON LONDON REGIONAL TRANSPORT STATION) 1358037, National Heritage List for England. URL consultato il 30 maggio 2018.
  7. ^ (EN) Listed Buildings: A Guide for Owners (PDF), Merton London Borough Council. URL consultato il 30 maggio 2018.
  8. ^ Citizen Smith (BBC1 - title sequence)
  9. ^ Allmusic review. Retrieved 31 Maggio 2018
  10. ^ (EN) Buses nearby Tooting Broadway Underground Station (PDF), su tfl.gov.uk. URL consultato il 31 maggio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Douglas Rose, The London Underground, A Diagrammatic History, 7ª ed., Douglas Rose/Capital Transport, 1999 [1980], ISBN 1-85414-219-4.
  • (EN) J.E. Connor, London's Disused Underground Stations, 2ª ed., Capital Transport, 2006 [1999], ISBN 1-85414-250-X.
  • (EN) John R. Day, John Reed, The Story of London's Underground, 11ª ed., Capital Transport, 2010 [1963], ISBN 978-1-85414-341-9.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]