Tony Grisoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Tony Grisoni (Londra, 28 ottobre 1952) è uno sceneggiatore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Grisoni ha debuttato come sceneggiatore con il lungometraggio Queen of Hearts del 1989, diretto da Jon Amiel.

In seguito ha collaborato più volte con il regista statunitense Terry Gilliam, per i film Paura e delirio a Las Vegas (1998), Tideland - Il mondo capovolto (2005), I fratelli Grimm e l'incantevole strega (2005) e L'uomo che uccise Don Chisciotte (2018).

Per Paura e delirio a Las Vegas, inizialmente erano accreditati come sceneggiatori solo Tod Davies e Alex Cox, che avevano scritto una versione precedente della sceneggiatura, poi riscritta da zero da Gilliam e Grisoni. Per questo motivo, Gilliam e Grisoni si sono presentati al collegio arbitrale della Writers Guild of America per essere accreditati. La decisione finale della WGA è stata di accreditare tutti e quattro gli sceneggiatori. Per I fratelli Grimm e l'incantevole strega è avvenuta una disputa simile: nonostante la riscrittura da parte dei due, solo lo sceneggiatore originale Ehren Kruger compare tra i crediti. Gilliam e Grisoni hanno quindi deciso, come alternativa a essere tra i crediti come sceneggiatori, di essere accreditati come dress pattern makers (modellisti dei costumi).[1]

Il primo tentativo di realizzare L'uomo che uccise Don Chisciotte, scritto da Gilliam e Grisoni, è stato tra il 1998 e il 2000 ed è stato fallimentare. Durante la produzione, Grisoni ha conosciuto Keith Fulton e Louis Pepe, che stavano girando le riprese del backstage, nonché le scene di quello in seguito sarebbe diventato il documentario Lost in La Mancha. Nel 2005 Fulton e Pepe hanno diretto il film Brothers of the Head, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Brian Aldiss, scritto da Grisoni stesso a partire dal 1984.[2] Tra il 2005 e il 2016 vi sono stati vari altri tentativi da parte di Gilliam di realizzare il lungometraggio, che infine è stato girato con successo nel 2017 ed è uscito nelle sale l'anno successivo.

Nel 2008 Grisoni ha diretto il suo primo cortometraggio, Kingsland #1: The Dreamer, che gli è valso una candidatura alla 62ª edizione dei BAFTA Film Award.[3]

Nel 2009 Channel 4 ha trasmesso la serie Red Riding, per la quale Grisoni ha sceneggiato tutti e tre gli episodi che la compongono, adattando tre dei quattro romanzi del ciclo Red Riding Quartet dello scrittore David Peace.[4] Nello stesso anno, Channel 4 ha trasmesso anche il film The Unloved, scritto da Grisoni e diretto da Samantha Morton, al suo debutto come regista. Il film ha vinto il BAFTA TV Award come miglior film per la televisione drammatico.[5]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Heather Buckley, Exclusive: Interview with Tony Grisoni Writer of the Red Riding Trilogy, dreadcentral.com, 4 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2013).
  2. ^ (EN) Time Out - Tony Grisoni Q&A, su timeout.com (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2008).
  3. ^ (EN) Film - Short Film in 2009, su awards.bafta.org. URL consultato il 5 novembre 2018.
  4. ^ (EN) Ambrose Heron, FILMdetail - Red Riding chat with Tony Grisoni, su filmdetail.com, 5 marzo 2009.
  5. ^ (EN) BAFTA - Television Awards Winners in 2010, su bafta.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29158119 · ISNI (EN0000 0001 2125 7030 · LCCN (ENno98127341 · BNF (FRcb14103238v (data)