Antonio Cripezzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tonino Cripezzi)
Jump to navigation Jump to search
Antonio Cripezzi
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale1963 – in attività
Strumentovoce, pianoforte, violino
Gruppi attualiCamaleonti
Tonino Cripezzi con il violino in una foto degli anni sessanta con i Camaleonti

Antonio Cripezzi (Milano, 26 febbraio 1946) è un cantante e tastierista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di famiglia originaria di Palazzo San Gervasio nel potentino, Cripezzi è il pianista dei Camaleonti fin dalla sua fondazione, nel 1963; diventa uno dei due cantanti principali (l'altro è Livio Macchia) nel 1966, quando Riki Maiocchi lascia la formazione.

Nell'arco della lunga storia del complesso, oltre a cantare, Tonino a volte ha anche suonato il violino e i synth in «simbiosi» con Massimo Brunetti.

Ha composto le musiche di molte canzoni del repertorio della band, come Amico di ieri, amico perduto, Pensa, Dove curva il fiume, Gimcana e altre.

Nel 1993 ha partecipato alla registrazione dell'album Esco dal mio corpo e ho molta paura (Gli inediti 1979-1986) di Elio e le Storie Tese, cantando la canzone (Gomito a gomito con l')Aborto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990; alla voce Camaleonti, di Andrea Terrinoni, pagg. 253-254
  • AA.VV., Enciclopedia del rock italiano, a cura di Cesare Rizzi, Milano, Arcana, 1993, ISBN 8879660225.
  • Marino Alessio - "BEATi VOI! - Interviste e riflessioni con i complessi degli anni 60", edizione: I libri della BEAT BOUTIQUE 67 - vol.1, 2007, pag. 160
  • Paolo Denti - Camaleonti. Storia di un'idea. Biografia ufficiale della band - Fausto Lupetti editore, 2014
  • Enzo Mottola " Bang Bang! Il Beat Italiano a colpi di chitarra" Bastogi Editrice Italiana, 2008
  • Claudio Pescetelli, Una generazione piena di complessi, editrice Zona, Arezzo, 2006; alla voce Camaleonti
  • Tiziano Tarli, Beat italiano. Dai capelloni a Bandiera gialla, edizioni Castelvecchi, Roma 2005; alla voce Camaleonti
  • Ursus (Salvo D'Urso), Manifesto beat, edizioni Juke Box all'Idrogeno, Torino, 1990; alla voce Camaleonti

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]