Tommaso Leonetti (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tommaso Leonetti
Tommaso Leonetti (politico).JPG
Conte di Santo Janni
Nascita Napoli, 20 agosto 1910
Morte Napoli, 13 gennaio 1975
Padre Raffaele Leonetti
Madre Elisabetta Rocco
Consorte Laura Caravita di Sirignano
Figli Maria Donatella Leonetti
Tommaso Leonetti

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I
Circoscrizione Napoli
Incarichi parlamentari
  • membro della V commissione difesa (1º giugno 1948 - 24 giugno 1953)
  • membro della VII commissione lavori pubblici (15 giugno 1948 - 10 luglio 1951)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Professione Funzionario

Tommaso Leonetti (Napoli, 20 agosto 1910Napoli, 13 gennaio 1975) è stato un nobile, politico, funzionario e dirigente sportivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conte di Santo Janni, figlio del Conte Raffaele Leonetti e della Principessa Elisabetta Rocco, laureato in giurisprudenza venne eletto deputato della I Legislatura della Repubblica Italiana nel 1948.
Fu anche presidente dell'Automobile Club d'Italia di Napoli dal 1956 al 1969[1].

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 1940, dopo la gestione del commissario Gaetano Del Pezzo, divenne presidente della squadra di calcio del Napoli: si prodigò affinché il club non venisse escluso dalla FIGC a causa delle morosità che la società aveva nei confronti della Lega[2]. Durò in carica fino al termine della stagione, venendo rimpiazzato da Luigi Piscitelli[3].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Giustizia dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Giustizia dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 novembre 1963[4]
Cavaliere del lavoro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del lavoro
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore
— Francia
immagine del nastrino non ancora presente Cameriere Segreto di cappa e spada del Papa
— Città del Vaticano
immagine del nastrino non ancora presente Gentiluomo di Papa Paolo VI
— Città del Vaticano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tommaso Leonetti, su napoli.aci.it. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  2. ^ Tramontano, pag. 37.
  3. ^ Tramontano, pag. 39.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elio Tramontano, Da Sallustro a Maradona 90 anni di storia del Napoli, Napoli, Edizioni Meridionali, 1984. ISBN non esistente

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]