Tomie: Another Face

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Tomie: Another Face
Tomie Another Face.JPG
Tomie si risveglia all'obitorio
Titolo originale 富江 アナザーフェイス
Tomie: anaza feisu
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 1999
Durata 72 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia Toshirô Inomata
Soggetto Junji Ito (manga)
Sceneggiatura Junji Ito
Produttore Naotada Itô, Shun Shimizu
Casa di produzione Kansai TV
Musiche Hideaki Hayashida
Interpreti e personaggi

Tomie: Another Face (富江 アナザーフェイス Tomie: anaza feisu?) è un film del 1999, diretto da Toshirô Inomata, ispirato dall'omonimo manga di Junji Ito. È il secondo lungometraggio di una serie composta da altri sette film, iniziata nel 1999 con Tomie. Appartiene al V-Cinema, essendo uscito direttamente in home video e trasmesso subito in televisione.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film è composto da tre episodi:

Nel primo episodio, Tomie è una studentessa delle scuole superiori, il cui cadavere viene ritrovato sulla strada. Tomie torna in vita e incontra il suo fidanzato, che ha una relazione con un'altra studentessa. Intanto un misterioso uomo con una benda sull'occhio sinistro segue Tomie, fotografandola. Tomie viene attirata in una trappola e viene gettata dal tetto della scuola dai due ragazzi, che si recano a seppellire il suo corpo nel bosco. La mattina seguente, Tomie li attende sorridendo.

Nel secondo episodio un fotografo incontra Tomie, che intanto viene sempre seguita dal misterioso uomo con una benda sull'occhio, in un bar e si innamora perdutamente di lei, che somiglia incredibilmente a una sua ex ragazza. L'uomo inizia a fotografare Tomie e si accorge che nelle fotografie appare accanto alla ragazza il viso di un doppio malvagio. Sconvolto dalla scoperta, l'uomo affronta Tomie, che lo induce a ucciderla. Mentre si reca a seppellire il cadavere della ragazza, l'uomo viene aggredito da Tomie e riesce a scappare, ritrovandosi davanti la sua ex ragazza. Tomie lo raggiunge e lo getta da un dirupo, quindi fa un cenno di vittoria alla ragazza.

Nel terzo episodio Tomie sta ricevendo un anello dal suo fidanzato, quando è aggredita dal misterioso uomo con una benda sull'occhio. Riuscita a fuggire all'aggressione, Tomie convince il suo fidanzato ad affrontare il misterioso uomo e gli regala un coltello. Il ragazzo viene però facilmente disarmato dall'uomo, che rivela di essere un medico che durante un'autopsia ha assistito alla resurrezione di Tomie. Questa lo ha aggredito e gli ha cavato un occhio. L'uomo mostra al ragazzo le fotografie delle varie morti di Tomie, quindi gli porge un biglietto con il suo numero di telefono, e gli dice di chiamarlo per uccidere definitivamente Tomie. Il ragazzo si sveglia in un parco e inizia a cercare Tomie. Una volta scoperto che il ragazzo non ha ucciso l'uomo misterioso, Tomie getta l'anello e si allontana. Successivamente il ragazzo chiama l'uomo misterioso e si reca di fronte a un inceneritore, portando con sé Tomie, apparentemente svenuta. Una volta aperto il retro del furgone, Tomie si sveglia e incita il ragazzo a uccidere l'uomo. Questi lo disarma ancora una volta, quindi accoltella Tomie e la getta nell'inceneritore, bruciandola viva. Una volta aperto l'inceneritore, l'uomo e il ragazzo osservano le ceneri della ragazza, che improvvisamente si ricompongono e creano il viso di Tomie, che afferma che ogni sua singola cenere sarà la nuova Tomie.

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]