Tomboy (film 2011)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tomboy
Tomboy 2011.JPG
Zoé Héran in una scena del film.
Titolo originale Tomboy
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia
Anno 2011
Durata 82 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Céline Sciamma
Sceneggiatura Céline Sciamma
Produttore Bénédicte Couvreur
Casa di produzione Hold Up Films
Distribuzione (Italia) Teodora Film
Fotografia Crystel Fournier
Montaggio Julien Lacheray
Musiche Para One
Scenografia Thomas Grézaud
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tomboy è un film del 2011 scritto e diretto da Céline Sciamma.

Il film, che racconta la storia di una bambina di 10 anni che si finge maschio agli occhi dei coetanei, ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui il Teddy Award e il premio come miglior film al Torino GLBT Film Festival.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Laure è una bambina di 10 anni. Durante le vacanze estive, la sua famiglia, di cui fa parte anche la sorella Jeanne di 6 anni, si trasferisce in un nuovo quartiere. Inizialmente Laure passa le sue giornate in solitudine, non riuscendo a integrarsi con i nuovi vicini, ma un giorno incontra la coetanea Lisa, alla quale si presenta come un bambino di nome Michael. Grazie ai capelli corti, ai modi da maschiaccio, alla distratta distanza dei genitori (in particolare della mamma), Laure riesce a ingannare Lisa e tutti i bambini del quartiere, mascherando e contraffacendo la sua identità anagrafica. Ma quando la relazione tra Laure e Lisa si fa sempre più stretta e intima, la verità verrà a galla, dando vita a una serie di equivoci e complicazioni.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata presentata in anteprima al Festival di Berlino, nel febbraio 2011, come film d'apertura della sezione Panorama. Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche francesi il 20 aprile e successivamente è stato presentato in numerosi festival cinematografici internazionali. In Italia è stato presentato ad aprile nel corso della 26a edizione del Torino GLBT Film Festival e distribuito nelle sale il 7 ottobre, a cura della Teodora Film.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La sceneggiatura è stata scritta dalla Sciamma nel 2010, nel giro di tre settimane. Le riprese sono durate 20 giorni, con una troupe di 15 persone. Il budget iniziale del film è stato di 500.000 euro.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Tomboy", la ragazzina che volle farsi maschio, La Stampa. URL consultato il 01-10-2011.
  2. ^ Tomboy vince il 26esimo Torino GLBT Film Festival, movieplayer.it. URL consultato il 01-10-2011.
  3. ^ (EN) 2011 NewFest Awards, newfest.org. URL consultato il 01-10-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]