Tom King (fumettista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tom King

Tom King (Washington, 15 luglio 1978) è un fumettista e scrittore statunitense.

Conosciuto principalmente per i suoi lavori alla Marvel Comics e DC Comics quali Vision, Mister Miracle, Greyson, Omega Men e la serie Vertigo Sheriff of Babylon, oltre ad essere stato per tre anni, dal 2016 al 2019, lo sceneggiatore di Batman.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I genitori di King divorziarono quando lui era in tenera età. Fin da giovane coltiva la passione per i fumetti, svolgendo durante il college lavori part-time presso la Marvel e la DC Comics, salvo poi abbandonarli in seguito agli attentati dell'11 settembre 2001, periodo nel quale viene assunto dalla CIA, sezione anti-terrorismo, dove svolge sia incarichi da interno sia come agente operativo sul campo, il che lo porta a compiere diversi viaggi oltreoceano.

Successivamente alla nascita del figlio, King prende un anno di ferie per dedicarsi totalmente a lui, ricominciando contemporaneamente a scrivere durante le ore notturne. Decide poi di abbandonare il lavoro alla CIA per dedicarsi totalmente alla scrittura, spedendo senza successo una sua storia breve a diverse case editrici. Scrive inoltre il romanzo A Once Crowded Sky, pubblicato dalla casa editrice Simon & Schuster, che non venderà alcuna copia. Cliff Chiang, disegnatore con cui King aveva lavorato in precedenza, risponde ad una delle e-mail che quest'ultimo continuava a spedire alle case editrici, decidendo quindi di presentarlo a Karen Berger, editor dell'etichetta Vertigo della DC Comics, durante il New York Comic Con 2011. In seguito a questo primo incontro e poi ad un secondo, svoltosi al New York Comic Con 2012, Berger lo affianca allo sceneggiatore Mark Doyle e al disegnatore Tom Fowler, commissionandogli una storia di otto pagine, sulla quale i tre lavorano per un anno, che riceve una nomination agli Eisner Award. In seguito scrive diversi soggetti; uno di questi, approvato dall'editor Shelly Bond, diviene la serie Vertigo Sheriff of Babylon.

Mark Doyle, divenuto nel frattempo editor delle testate di Batman, gli suggerisce di scrivere una serie insieme allo sceneggiatore Tim Seeley; nasce così Grayson, con protagonista l'omonimo personaggio noto per aver vestito i panni del primo Robin e successivamente quelli del vigilante Nightwing. King e Seeley scrivono la serie dal n. 1 (2014) al 17 (2016), lasciando poi le redini della testata allo sceneggiatore Collin Kelly.

Nel 2015, in occasione del rilancio DC You, King scrive la miniserie di 12 numeri Omega Men. Inizialmente, la miniserie avrebbe dovuto chiudersi con il n. 6, ma le pressioni esercitate dai lettori spingono gli editor della DC Jim Lee e Dan DiDio a prolungarla[1]. Omega Men sarà un successo di critica, finendo tra i best seller del New York Times[1].

Nel 2016, per la Marvel Comics, scrive la serie Vision, con protagonista l'androide Visione dei Vendicatori, della quale realizzerà i numeri dall'1 al 12. Vision ottiene pareri entusiastici da pubblico e critica, tanto da meritare un Eisner Award per la "miglior miniserie", l'introduzione tra le letture obbligatorie stilata per una classe di letteratura del Porterville College, in California[2][3], e lanciare definitivamente la carriera di King[4]. Durante la scrittura di Vision firma un contratto di esclusiva con la DC Comics, che gli consente di terminare tutti i progetti in corso per altri editori[5].

Con il rilancio DC Rebirth, King diventa il nuovo scrittore della testata ammiraglia di Batman, succedendo a Scott Snyder, che ne aveva scritto le avventure dall'inizio del New 52[6].

Nel 2017 dà vita alla miniserie di dodici numeri Mister Miracle, con protagonista il personaggio di Scott Free dei Nuovi Dei creati da Jack Kirby. Tale lavoro, disegnato da Mitch Gerards, già co-creatore di Sheriff of Babylon, si rivelerà un successo di critica, fruttando a King diversi riconoscimenti[7][8][9][10].

L'anno dopo scrive il crossover Heroes in Crisis, incentrato su una sequela di omicidi di meta-umani all'interno della struttura nota come "Santuario" e avente come protagonisti Harley Quinn e Booster Gold[11]. Sempre nel 2018 scrive la maxiserie Superman: Up in the sky, disegnata da Andy Kubert, pubblicata in esclusiva per la catena di centri commerciali Walmart[12][13].

Nel 2019 viene annunciato che lo stesso King avrebbe scritto insieme alla regista Ava DuVernay la sceneggiatura del film New Gods, ispirato alle vicende del Quarto Mondo[14][15]. Vengono inoltre annunciate due ulteriori miniserie a fumetti di 12 numeri: una dedicata al personaggio di Adam Strange, Strange Adventures, per la quale King collabora nuovamente con i disegnatori Mitch Gerards e Evan "Doc" Shaner[16][17]; l'altra, Batman/Catwoman disegnata da Clay Mann, atta a chiudere le trame lasciate in sospeso dallo scrittore con la conclusione prematura della sua run di Batman[18][19].

Nel 2020 scrive per la linea DC Black Label la miniserie Rorschach, ambientata 35 anni dopo il finale di Watchmen di Alan Moore e Dave Gibbons[20].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 Harvey Award - Best New Talent per Vision
  • 2017 Ringo Awards - Best Writer
  • 2017 Eisner Award - Miglior storia breve per Batman Annual 1: Good Boy con David Finch [21]
  • 2017 Eisner Award - Miglior miniserie per The Vision con Gabriel Hernandez Walta [21]
  • 2018 Ringo Awards - Best Writer
  • 2018 Eisner Award - Miglior scrittore (a pari merito con Marjorie Liu) per Batman, Batman Annual, Batman/Taddeo e Mister Miracle
  • 2019 Eisner Award - Miglior storia breve per Swamp Thing Winter Special: The Talk of the Saints con Jason Fabook
  • 2019 Eisner Award - Miglior scrittore per Batman, Mister Miracle, Heroes in Crisis e Swamp Thing Winter Special
  • 2019 Eisner Award - Miglior miniserie per Mister Miracle con Mitch Gerads

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Grayson; n. 1-17; Annual n. 1 (2014 - 2016)
  • Grayson: Futures End; one-shot (2014)
  • Secret Origins (Vol. 4) n. 8 (2015)
  • Teen Titans Annual n. 1 (2015)
  • The Omega Men; miniserie; n. 1-12 (2015 - 2016)
  • Justice League - Darkseid War: Green Lantern; one-shot (2016)
  • Robin War; n. 1 - 2 (2016)
  • Batman: Rebirth; one-shot (2016)
  • Batman; n. 1 - 85 (2016 - 2020)
  • Mister Miracle; n. 1 - 12 (2017 - 2018)
  • Heroes in Crisis; n. 1 - 9 (2018 - 2019)
  • Superman: Up in the sky; n. 1-12 (2018 - 2019)
  • Strange Adventures; n. 1 - 12 (2019 - in corso)
  • Batman/Catwoman; n. 1 - 12 (2020 - in corso)
  • Rorschach; n. 1 - 12 (2020 - in corso)

Vertigo[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Vision: n. 1-12 (2016)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b DC Comics: Omega Men di Tom King tra i best seller del New York Times - BadComics.it, in BadComics.it, 9 settembre 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  2. ^ Articolo scritto da Gianfranco Autilia il 24 Agosto 2018, La Visione di King e Walta è stata introdotta nelle letture di un college californiano, su Videogiochi, Fumetti, Cinema, Serie TV, Tech, Eventi | NerdPlanet.it, 24 agosto 2018. URL consultato il 14 settembre 2020.
  3. ^ Andrea Grumelli, Un College della California ha inserito Visione di King e Walta nella lista delle letture necessarie, su Project Nerd, 24 agosto 2018. URL consultato il 14 settembre 2020.
  4. ^ (EN) A Posthuman Postmortem: King & Walta Discuss Vision’s End, su CBR, 28 ottobre 2016. URL consultato il 14 settembre 2020.
  5. ^ Tom King lascerà la Marvel per lavorare in esclusiva con la Dc Comics, in Comicsblog.it. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  6. ^ DC Comics Rebirth: Tom King Is The New Batman Bi-Weekly Writer?, su Bleeding Cool Comic Book, Movie, TV News, 2 febbraio 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  7. ^ ‘Mister Miracle’ turned real-world anxiety into a hit superhero series, su washingtonpost.com.
  8. ^ (EN) #DarkseidIs - Mister Miracle Was DC's 2018 Comic Book Masterpiece, su CBR, 31 dicembre 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  9. ^ (EN) Jesse Schedeen, DC's Best Comic Ends on a Fitting Note (Mister Miracle #12 Review), su IGN, 14 novembre 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  10. ^ Vittorio Pezzella, I fumetti più importanti del decennio 2010-2019, su SpaceNerd.it, 31 dicembre 2019. URL consultato il 30 agosto 2020.
  11. ^ Redazione, Cosa sappiamo di "Heroes in Crisis", il nuovo evento DC Comics, su Fumettologica, 18 giugno 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  12. ^ Raffaele Caporaso, DC Comics: ecco il Superman di Tom King e Andy Kubert!, su BadComics.it, 7 settembre 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  13. ^ (EN) Tom King & Andy Kubert Team for 12-Part Superman Story, su CBR, 22 giugno 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  14. ^ New Gods: Tom King co-scriverà la sceneggiatura del film AGGIORNAMENTO - Notizie, su Lo Spazio Bianco, 30 maggio 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  15. ^ Mirko D'Alessio, New Gods, Tom King sul nuovo cinecomic DC diretto da Ava DuVernay, su Cinema - BadTaste.it, 2 ottobre 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  16. ^ Redazione, “Strange Adventures”: la nuova serie di Tom King e Mitch Gerads, su Fumettologica, 22 luglio 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  17. ^ (EN) Jude Terror, Strange Adventures by Tom King, Mitch Gerads, and Doc Shaner Set for March Release, su Bleeding Cool News And Rumors, 12 dicembre 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  18. ^ Redazione, DC Comics annuncia "Batman/Catwoman", scritto da Tom King, su Fumettologica, 25 maggio 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  19. ^ Batman: Tom King parla dell'addio alla serie e della collaborazione con John Romita Jr., su Fumetti - BadTaste.it, 14 novembre 2019. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  20. ^ Redazione, Tom King scriverà la serie a fumetti di Rorschach, su Fumettologica, 15 luglio 2020. URL consultato il 14 settembre 2020.
  21. ^ a b I vincitori degli Eisner Awards 2017 - Fumettologica, in Fumettologica, 22 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN203753664 · ISNI (EN0000 0001 4057 842X · LCCN (ENn2011078636 · BNF (FRcb16991728z (data) · BNE (ESXX5323913 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2011078636