Tom Glynn-Carney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tom Glynn-Carney nel 2019

Tom Glynn-Carney (Salford, 7 febbraio 1995) è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Salford nel 1995, Glynn-Carney ha studiato recitazione presso la Guildhall School of Music and Drama.[1] Mentre studiava ha preso parte agli adattamenti teatrali professionali di Peter Pan, al Lyric Theatre Lowry, e di Macbeth, al Manchester’s Royal Exchange.[2]

La sua prima esperienza in televisione risale al 2013, anno in cui è apparso in due episodi della serie televisiva britannica Casualty.[2] Dal maggio 2017 Glynn-Carney è nel cast dell'adattamento teatrale di The Ferryman al Royal Court Theatre.[3] Nello stesso anno ha debuttato al cinema in Dunkirk, film di guerra diretto da Christopher Nolan. In questa pellicola Glynn-Carney ha recitato il ruolo di Peter, figlio di Mr. Dawson, personaggio interpretato da Mark Rylance.[1] Nel 2018 ha fatto il suo debutto a Broadway con The Ferryman, vincendo il Theatre World Award ed il Drama Desk Award.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Interview by Liz Hoggard, Tom Glynn-Carney: ‘Dunkirk is about courage and community, not war’, in The Guardian, 30 luglio 2017. URL consultato il 14 agosto 2017.
  2. ^ a b (EN) Guildhall School of Music & Drama | Tom Glynn-Carney, su www.gsmd.ac.uk. URL consultato il 14 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2017).
  3. ^ (EN) Susannah Clapp, The Ferryman review – Jez Butterworth pulls another rabbit from the hat, in The Guardian, 7 maggio 2017. URL consultato il 14 agosto 2017.
  4. ^ (EN) EMLS 15.1 (2009-10): Review of Macbeth, presented by the Royal Exchange Theatre Company at the RoyalExchange Theatre, Manchester, 6 March 2009, su extra.shu.ac.uk. URL consultato il 14 agosto 2017.
  5. ^ (EN) Theatre review: Peter Pan at The Lowry, Salford, su www.britishtheatreguide.info. URL consultato il 14 agosto 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1762151535361602890000 · LCCN (ENno2017166819 · WorldCat Identities (ENno2017-166819