Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tokugawa Iesada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tokugawa Iesada

Tokugawa Iesada[1] (徳川 家定?) (Tokyo, 6 maggio 1824Tokyo, 14 agosto 1858) è stato un militare giapponese. Figlio di Tokugawa Ieyoshi, nacque nel castello di Edo e fu il tredicesimo shōgun dello shogunato Tokugawa.

Salito al potere nel 1853, subito dopo l'episodio delle navi nere che si dice sia stata la causa della malattia e rapida morte di suo padre, fu responsabile per i trattati ineguali (convenzione di Kanagawa, trattato di amicizia anglo-giapponese, trattato di Harris, trattato anglo-giapponese di amicizia e commercio) che ruppero il secolare sakoku e aprirono le frontiere del Giappone all'influenza straniera, riducendo l'autorità dello shōgun (essendo lo shogunato uscito sostanzialmente sconfitto dalla vicenda) e segnarono l'inizio del periodo Bakumatsu, l'ultima fase del periodo Edo segnata da tensioni e ribellioni contro lo shogunato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica di questa lingua il cognome precede il nome. "Tokugawa" è il cognome.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Shōgun Tokugawa Successore Mitsubaaoi.svg
Tokugawa Ieyoshi 1853-1858 Tokugawa Iemochi
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie