Tocco (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corona real abierta.svg
Tocco
Coa fam ITA di tocco.jpg
Stemma dei De Tocco.jpg
Si qua fata sinant.
D'argento a tre fasce increspate d'azzurro. D'oro a tre bande di rosso.
StatoItalia Italia
TitoliCroix pattée.svg Principi
Croix pattée.svg Duchi
Croix pattée.svg Marchesi
Croix pattée.svg Conti
Croix pattée.svg Baroni
Croix pattée.svg Signori
FondatoreGuglielmo di Tocco
Data di fondazioneXI secolo
EtniaItaliana
Rami cadetti
  • Tocco delle Onde
  • Tocco delle Bande

La famiglia Tocco è una famiglia nobile italiana di origine longobarda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Tocco, di origine longobarda, scese in Italia intorno all'anno 1000. Un antico borgo fortificato in provincia di Siena (Tocchi) e un paese ubicato presso Benevento (Tocco) portano il loro nome. Si tratta di una delle più antiche famiglie nobili toscane e napoletane. Fu aggregata al Patriziato di Napoli nei Seggi di Capuana e Nido ed è componente della nobiltà civica di Colle di Val d'Elsa sin dal 1592. Molti membri della famiglia ricoprirono cariche pubbliche di primo piano, in particolare presso la corte dei sovrani Angioini del Regno di Napoli. In detta epoca si separarono in due linee: principi di Acaia e principi di Montemiletto. Nel XIV secolo fissò la propria centralità nell'Epiro, fino a riuscirne ad assumere il governo nel secolo successivo.

Membri principali[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Berardo Candida Gonzaga, Memorie delle famiglie nobili delle province meridionali d'Italia, vol. 2 e 6, Bologna, Arnaldo Forni Editore, 1875.
  • Biagio Aldimari, Memorie historiche di diverse famiglie nobili, così napoletane, come forastiere, Napoli, 1691.
  • Carlo Borrello, Difesa della nobiltà napoletana, Roma, 1655.
  • Filiberto Campanile, Dell'armi, overo insegne dei nobili, Napoli, 1680.
  • Francesco De Pietri, Dell'historia napoletana, vol. 2, Napoli, 1634.
  • Luigi Contarino, La nobiltà di Napoli in dialogo, Napoli, 1569.
  • Scipione Ammirato, Delle famiglie nobili napoletane, vol. 2, Firenze, 1651.
  • Scipione Mazzella, Descrittione del Regno di Napoli, Napoli, 1601.
  • Vincenzo Donnorso, Memorie istoriche della fedelissima, ed antica città di Sorrento, Napoli, 1740.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia