Uccidere il re

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da To Kill a King)
Uccidere il re
Titolo originale To Kill a King
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito
Anno 2003
Durata 102 min
Rapporto 2,35 : 1
Genere storico
Regia Mike Barker
Soggetto Guerra civile inglese
Sceneggiatura Jenny Mayhew
Produttore Kevin Loader
Musiche Richard G. Mitchell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Uccidere il re (To Kill a King) è un film del 2003, diretto da Mike Barker, basato sulla Guerra civile inglese.

In particolar modo la concentrazione è rivolta verso il rapporto tra Oliver Cromwell e Thomas Fairfax, a questo si intreccia l'ultimo periodo di vita del re d'Inghilterra Charles I. Gli anni narrati vanno dal 1648 e il 1658, anno di morte di Cromwell.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della Guerra civile inglese, Sir Thomas Fairfax festeggia la vittoria sull'esercito monarchico con i suoi soldati e il suo compagno di guerra Oliver Cromwell. Nel frattempo il re Charles I è confinato nel suo palazzo come prigioniero dei rivoluzionari. La prima parte è incentrata nei tentativi del sovrano di tornare al potere, come cercando di appellarsi alla moglie di Fairfax, Lady Anna, o di corrompere con incarichi prestigiosi un esponente del parlamento, Denzil Holles. Cromwell, però, legato all'ideale radicale di portare la repubblica in Inghilterra, irrompe nel parlamento e fa imprigionare numerosi parlamentari monarchici (Purga di Pride) e mette il re sotto processo. Il 30 gennaio 1649 il re venne decapitato a Whitehall su una piattaforma costruita apposta per l'occasione.

La seconda parte è invece dedicata alle imprese di Oliver Cromwell per consolidare il regno (come le azioni belliche contro la Scozia e l'Irlanda) e il puritanesimo, del quale era un tenace sostenitore. Il 26 giugno 1657 viene incoronato come Lord protettore d'Inghilterra. Al culmine del potere i suoi rapporti con Fairfax s'incrinano ancora di più e nel 1658, con la morte di Cromwell, con lui muore il suo progetto politico. Il figlio del re decapitato torna nel 1660, facendosi incoronare come Carlo II e il Parlamento costringe il meno carismatico figlio di Cromwell Richard all'esilio volontario. Per vendicare il padre, sottopone la salma di Cromwell e di altri rivoluzionari al macabro rituale dell'esecuzione postuma.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

"To Kill a King" è stato nominato per tre premi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]