Tisifone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio dei Cavalieri dello zodiaco, vedi Tisifone (I Cavalieri dello zodiaco).

Tisifone è una figura della mitologia greca, una delle tre Erinni o Furie, sorella di Aletto e Megera. Era incaricata di castigare i delitti di assassinio: parricidio, fratricidio, matricidio, omicidio.

Un mito racconta che si innamorò di Citerione, che uccise col morso di uno dei serpenti presenti sul suo capo.

Nel VI libro dell'Eneide di Virgilio Tisifone è rappresentata come uno dei terribili e crudeli guardiani dei cancelli del Tartaro.

In suo onore è stato battezzato l'asteroide 466 Tisiphone, scoperto nel 1901.

Nella cultura contemporanea[modifica | modifica sorgente]

  • Nel videogioco "Tomb Raider: Underworld", Megera e Tisifone sono i nomi di due navi gemelle sulle quali è in parte ambientato il videogioco.
  • Nell'edizione italiana dell'anime I cavalieri dello zodiaco, Tisifone è il nome dato al personaggio di Shaina, il Cavaliere della costellazione dell'Ofiuco, inizialmente nemica dei protagonisti.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca