Tirino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tirino
Tirino River 2013 by-RaBoe 005.jpg
Il Tirino nel territorio di Capestrano
StatoItalia Italia
RegioniAbruzzo Abruzzo
ProvinceL'Aquila Pescara Pescara
ComuniCapestrano, Bussi sul Tirino
Lunghezza17 km
Portata media10 m³/s[1]
Bacino idrografico150 km²[1]
Altitudine sorgente373 m s.l.m.[1]
NasceCapestrano
42°09′39.6″N 13°27′36″E / 42.161°N 13.46°E42.161; 13.46
SfociaAterno-Pescara
42°11′43.45″N 13°51′08.82″E / 42.195402°N 13.852449°E42.195402; 13.852449Coordinate: 42°11′43.45″N 13°51′08.82″E / 42.195402°N 13.852449°E42.195402; 13.852449

Il Tirino è fiume dell'Abruzzo, affluente di sinistra dell'Aterno-Pescara.

Originato da un lungo corso sotterraneo che culmina in tre sorgenti, attraversa i territori di Capestrano e Bussi sul Tirino, a cavallo tra la provincia dell'Aquila e di Pescara.[2] Si distingue per la pulizia e limpidezza delle sue acque, in buona parte navigabili.[3]

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo Tirino deriva dal termine d'origine greca Tritano («triplice sorgente»);[4] la valle del Tirino è infatti anche detta valle Tritana.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Tirino nasce dal sistema acquifero di Campo Imperatore, nel massiccio del Gran Sasso d'Italia.[1] Il corso sotterraneo, di lunghezza pari a circa 25 km, fuoriesce in superficie in tre differenti punti — tutti ricadenti nel territorio del comune di Capestrano, in provincia dell'Aquila — che costituiscono le sorgenti del Tirino:[1]

Grazie alla natura delle sue sorgenti, il Tirino mantiene una temperatura costante durante tutto l'anno di circa 11 °C.[1]

Da Capodacqua si origina il ramo di sinistra del fiume che sfocia nel lago di Capodacqua per poi continuare il suo corso in direzione sud. Dal lago di Capestrano, invece, si origina il ramo di destra che procede più docilmente in direzione sud-est, unendosi ben presto al brevissimo ramo originato dalla sorgente di Presciano. I due rami si riuniscono nel punto denominato «Ranocchiara».[3]

Il fiume prosegue il suo corso in direzione sud, lambendo ampi campi coltivati che prendono il nome di «Canapine». Dopo alcuni chilometri, entra nella provincia di Pescara attraversando l'abitato di Bussi sul Tirino e sfociando, infine, nell'Aterno-Pescara all'imbocco delle gole di Popoli.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Il fiume, su valledeltirino.it. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  2. ^ a b Touring Club Italiano, p. 147
  3. ^ a b Il Tirino, su capestranodascoprire.it. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  4. ^ a b c d Le sorgenti, su capestranodascoprire.it. URL consultato il 26 gennaio 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Touring Club Italiano, L'Italia - Abruzzo e Molise, Milano, Touring Editore, 2005

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246317620