Tipo di carattere vettoriale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Un tipo di carattere vettoriale è un tipo di carattere informatico (o font) dove i caratteri sono definiti da una serie d'istruzioni grafiche che indicano i movimenti da effettuare per disegnare i contorni di un carattere, che viene quindi rappresentato tramite una giustapposizione di linee rette e archi e non tramite una serie di punti immagine (pixel), come nel caso dei tipi matriciali, ovvero a matrice di punti (bitmap).

Esempi di tipi vettoriali sono PostScript, TrueType e OpenType.

I tipi vettoriali permettono, a partire da una sola serie di una determinata famiglia, di ottenere, per mezzo di semplici trasformazioni sui parametri dei contorni dei caratteri, altre descrizioni grafiche degli stessi, e quindi generare gli stili corsivi, i grassetti e i grassetti corsivi. Un tipo vettoriale occupa più spazio di memoria di uno matriciale, ma un tipo vettoriale ha caratteristiche più avanzate: per esempio un solo modello può generare tutti i vari stili e quindi, in definitiva, occupare meno spazio.

I caratteri d'un tipo vettoriale possono essere ridimensionati in qualsiasi direzione e trasformati più facilmente di un tipo matriciale, con risultati esteticamente migliori, nonostante questo richieda molta potenza di calcolo. Spesso, i caratteri in un tipo vettoriale sono trasformati in matrice di punti quindi messi in memoria sotto forma di tabella, per evitare di ripetere i calcoli necessari nel caso il carattere debba esser disegnato di nuovo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]