Tinnsjå

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tinnsjå
Tinnsjo - Norway.jpg
Stato Norvegia Norvegia
Regione Østlandet
Contea Vestfold og Telemark
Coordinate 59°54′N 8°55′E / 59.9°N 8.916667°E59.9; 8.916667Coordinate: 59°54′N 8°55′E / 59.9°N 8.916667°E59.9; 8.916667
Altitudine 192 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 51,40 km²
Lunghezza 32 km
Profondità massima 460 m
Profondità media 190 m
Volume 9,71 km³
Idrografia
Bacino idrografico 3 768,91 km²
Immissari principali Måna
Emissari principali Tinnelva
Mappa di localizzazione: Norvegia
Tinnsjå
Tinnsjå

Tinnsjå (in inglese Lake Tinn), noto anche come “Tinnsjø” e “Tinnsjøen”, è uno dei laghi più estesi della Norvegia e più profondi d'Europa.

Si trova tra i comuni di Tinn e Notodden, nella contea di Vestfold og Telemark. Dista circa 130 km da Oslo. L'immissario a ovest è il fiume Måna, che defluisce dal Møsvatn e, superato il Rjukan, affluisce nel Tinnsjå. Dal nord, il fiume Mår defluisce dai laghi Gøystavatn e Kalhovdfjorden dentro il Tinnsjå. Tinnsjå è parte del fiume Skiensvassdrag, e sfocia attraverso il fiume Tinnelva a sud, fino a Heddalsvatn.

Nel 1944, durante l’occupazione tedesca della Norvegia, il traghetto SF Hydro fu affondato nel Tinnsjå dalla resistenza norvegese. I tedeschi, infatti, stavano utilizzando il traghetto per trasportare una grande quantità di acqua pesante in Germania, dove sarebbe stata utilizzata per la ricerca sulle armi nucleari. L’acqua pesante era stata precedentemente prodotta a Vemork, una fabbrica in Rjukan. Il relitto del traghetto fu scoperto nel 1993.[1] Nel 2004 fu ispezionato e filmato per un episodio di NOVA, una serie TV scientifica americana. Sono stati recuperati campioni di acqua pesante che hanno confermato l'arricchimento isotopico del deuterio.

Nel 2004 una troupe cinematografica, che si trovava sul luogo per girare una ripresa per un nuovo documentario sul sabotaggio dell’acqua pesante, è venuta a conoscenza di un pesce insolito, che nuotava vicino al fondale del lago, alla profondità di 430 metri. Due esemplari dello sconosciuto pesce furono catturati nell’aprile del 2005. Dalle analisi eseguite, è risultato che il pesce è strettamente imparentato al salmerino alpino. Il pesce, di colore chiaro e semitrasparente, è lungo fino a 15 cm e non è dotato di vescica natatoria. [2]

Gli immissari principali del Tinnsjå sono i fiumi Måna e Mår.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NO) Payton, Gary e Lepperød, Trond, Rjukanbanen; på sporet av et industrieventyr, Rjukan, Mana Forlag, 1995, ISBN 82-993549-1-9.
  2. ^ Ole Mathismoen, Ny fisk oppdaget (New Fish Discovered), in Aftenposten, 11 maggio 2005. URL consultato il 1º febbraio 2015 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2008).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]