Tiffany Cromwell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tiffany Cromwell
Gent - Omloop Het Nieuwsblad, 27 februari 2016 (D15).JPG
Tiffany Cromwell all'Omloop Het Nieuwsblad 2016
Nazionalità Australia Australia
Altezza 166[1] cm
Peso 50[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Canyon-SRAM
Norwood Cycling Club (club)[2]
Carriera
Squadre di club
2009 Colavita
2010-2011 Lotto Ladies
2011 Hitec Products
2012-2013 Orica
2014 Specialized
2015 Velocio-SRAM
2016- Canyon-SRAM
Nazionale
2009- Australia Australia
Statistiche aggiornate al agosto 2017

Tiffany Cromwell (Stirling, 6 luglio 1988) è una ciclista su strada australiana che corre per il team Canyon-SRAM. Ha caratteristiche di scalatrice, e gareggia tra le Elite dal 2009.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Originaria dell'Australia Meridionale, comincia a gareggiare nel ciclismo, sia su strada che su pista, all'età di tredici anni, e nel 2006 si laurea campionessa nazionale Under-19 a cronometro su strada[2]. Coglie le prime vittorie internazionali tra le Elite nel 2009, gareggiando per il team statunitense Colavita-Sutter Home presented by Cooking Light: in stagione si aggiudica una tappa al Tour en Limousin e, due settimane dopo, una cronometro individuale alla Route de France[1]. Nella prima parte del 2010 non riesce a trovare un contratto – gareggia comunque più volte con la Nazionale australiana – mentre nel 2011 corre prima con la squadra belga Lotto-Honda e poi con quella norvegese Hitec Products UCK; in entrambe le stagioni non ottiene però successi in gare internazionali.

Nel 2012 approda alla neonata formazione professionistica australiana GreenEDGE-AIS: quell'anno ritorna al successo in gare UCI facendo sua, dopo una fuga solitaria di più di 100 km , la tappa di Molinella al Giro d'Italia (concluderà inoltre all'undicesimo posto in graduatoria generale). L'anno dopo, ancora tra le file della GreenEDGE, divenuta Orica-AIS, vince la Omloop Het Nieuwsblad, classica di apertura europea del calendario internazionale UCI, battendo la statunitense Megan Guarnier in uno sprint a due[3]. Nello stesso anno partecipa – come già nelle quattro stagioni precedenti – alla gara Elite dei campionati del mondo su strada: nell'occasione coglie il nono posto finale, suo miglior piazzamento nella gara iridata.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 (Colavita-Sutter Home presented by Cooking Light, tre vittorie)
2ª tappa Sea Otter Classic
3ª tappa Tour Féminin en Limousin (Availles-Limouzine)
2ª tappa Route de France (Cholet, cronometro)
  • 2012 (Orica-AIS, una vittoria)
5ª tappa Giro d'Italia (Polesella > Molinella)
  • 2013 (Orica-AIS, una vittoria)
Omloop Het Nieuwsblad
  • 2016 (Canyon-SRAM Racing, una vittoria)
4ª tappa Giro d'Italia (Costa Volpino > Lovere)
  • 2017 (Canyon-SRAM Racing, una vittoria)
1ª tappa Thüringen Rundfahrt (Schleiz > Schleiz)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Sea Otter Pro Road Race
Garrett Lemire Memorial Grand Prix
Classifica giovani US Speed Week Criterium Series
Classifica scalatrici Redlands Bicycle Classic
2ª tappa Jayco Bay Cycling Classic (Portarlington)
Criterium di Portarlington (Mitchelton Bay Cycling Classic)
Sprint Ace Competition (Mitchelton Bay Cycling Classic)
  • 2014 (Specialized-Lululemon)
3ª tappa, 2ª semitappa Energiewacht Tour (Midwolda, cronosquadre)
  • 2015 (Velocio-SRAM)
2ª tappa, 2ª semitappa Energiewacht Tour (De Onlanden, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2008: 50ª
2009: 22ª
2010: 23ª
2011: 68ª
2012: 11ª
2013: 11ª
2014: 29ª
2015: 31ª
2016: 35ª
2017: non partita (4ª tappa)

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mendrisio 2009 - In linea Elite: 52ª
Melbourne 2010 - In linea Elite: ritirata
Copenaghen 2011 - In linea Elite: ritirata
Limburgo 2012 - In linea Elite: 31ª
Toscana 2013 - In linea Elite: 9ª
Ponferrada 2014 - In linea Elite: 5ª
Richmond 2015 - In linea Elite: 17ª
Doha 2016 - In linea Elite: 48ª

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Tiffany Cromwell, www.greenedgecycling.com. URL consultato il 29 settembre 2013.
  2. ^ a b (EN) Tiffany Cromwell, www.cycling.org.au. URL consultato il 29 settembre 2013.
  3. ^ (EN) Cromwell wins women's Omloop Het Nieuwsblad, in www.cyclingnews.com, 23 febbraio 2013. URL consultato il 29 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]