Tianwen-1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tianwen-1
Immagine del veicolo
Mars Global Remote Sensing Orbiter and Small Rover at IAC Bremen 2018 02.jpg
Modello del rover
Dati della missione
OperatoreCina CNSA
Tipo di missioneOrbiter, lander e rover
SCN45935
DestinazioneMarte
Nome veicoloTianwen-1
VettoreLunga Marcia 5
Lancio23 luglio 2020
Luogo lanciocentro spaziale di Wenchang
DurataAlmeno 1 anno (orbiter), almeno 90 sol (rover)
Proprietà veicolo spaziale
Massa240 kg
Peso al lancio5 000 kg
CostruttoreCNSA
Strumentazione
Parametri orbitali
Data inserimento orbitaFebbraio 2021 (prevista)
Sito ufficiale

La missione spaziale Tianwen-1 (天問一号S, Tiān wèn yī hàoP, nota precedentemente anche come HX-1 o Mars Global Remote Sensing Orbiter and Small Rover) è la seconda che l'agenzia spaziale cinese ha inviato verso Marte, dopo la sfortunata Yinghuo-1. Prevede un orbiter e un rover, lanciati il 23 luglio del 2020 che dovrebbero arrivare a destinazione a febbraio 2021[1], nel medesimo sito, la distesa Utopia Planitia, che fu anche sito di atterraggio della sonda statunitense Viking 2.

Tianwen-1 fa parte di un piano più grande che comprende una serie di missioni successive su Marte, tra cui anche una missione del 2030 per riportare sulla Terra campioni di roccia[2]. Tutte le missioni future si chiameranno Tianwen.[1] Gli obiettivi della missione sono di cercare tracce di vita passata e presente e di capire meglio la composizione del suolo marziano[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Simone Montrasio, Tiān wèn-1, svelato nome e logo della prossima sonda marziana cinese. URL consultato il 29 aprile 2020.
  2. ^ China is racing to make the 2020 launch window to Mars, su gbtimes.com. URL consultato il 14 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2017).
  3. ^ The subsurface penetrating radar on the rover of China's Mars 2020 mission, su ieeexplore.ieee.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica