Tianwen-1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tianwen-1
Immagine del veicolo
Mars Global Remote Sensing Orbiter and Small Rover at IAC Bremen 2018 02.jpg
Modello del rover
Dati della missione
OperatoreCina CNSA
Tipo di missioneOrbiter, lander e rover
NSSDC ID2020-049A
SCN45935
DestinazioneMarte
Nome veicoloTianwen-1
VettoreLunga Marcia 5
Lancio23 luglio 2020
Luogo lanciocentro spaziale di Wenchang
DurataAlmeno 1 anno (orbiter), almeno 90 sol (rover)
Proprietà del veicolo spaziale
Massa240 kg
Peso al lancio5 000 kg
CostruttoreCNSA
Strumentazione
Parametri orbitali
Data inserimento orbita10 febbraio 2021[1]
Sito ufficiale

La missione spaziale Tianwen-1 (天問一号S, Tiān wèn yī hàoP, nota precedentemente anche come HX-1 o Mars Global Remote Sensing Orbiter and Small Rover) è la seconda che l'agenzia spaziale cinese ha inviato verso Marte, dopo la sfortunata Yinghuo-1. Prevede un orbiter e un rover, lanciati il 23 luglio del 2020 e arrivati in orbita marziana il 10 febbraio 2021[1][2], nel medesimo sito, la distesa Utopia Planitia, che fu anche sito di atterraggio della sonda statunitense Viking 2.

Tianwen-1 fa parte di un piano più grande che comprende una serie di missioni successive su Marte, tra cui anche una missione del 2030 per riportare sulla Terra campioni di roccia[3]. Tutte le missioni future si chiameranno Tianwen.[2] Gli obiettivi della missione sono di cercare tracce di vita passata e presente e di capire meglio la composizione del suolo marziano[4].

Strumenti scientifici[modifica | modifica wikitesto]

Per raggiungere gli obiettivi scientifici della missione, l'orbiter e il rover Tianwen-1 sono dotati di 13 strumenti.[5]

Orbiter[modifica | modifica wikitesto]

  • Medium Resolution Camera (MRC) con una risoluzione di 100 m da un'orbita di 400 km
  • High Resolution Camera (HRC) con una risoluzione di 2 m da un'orbita di 400 km
  • Mars Magnetometer (MM)
  • Mars Mineralogy Spectrometer (MMS), per determinare la composizione elementare della superficie
  • Orbiter Subsurface Radar (OSR)
  • Mars Ion and Neutral Particle Analyzer (MINPA)
  • Mars Energetic Particle Analyzer[5]

Rover[modifica | modifica wikitesto]

  • Ground-Penetrating Radar (GPR), georadar per acquisire immagini a circa 100 metri (330 piedi) sotto la superficie marziana[6]
  • Rilevatore di campo magnetico sulla superficie di Marte (MSMFD)
  • Mars Meteorological Measurement Instrument (MMMI)
  • Mars Surface Compound Detector (MSCD)
  • Telecamera multispettro (MSC)
  • Telecamera di navigazione e topografia (NTC)

Svolgimento della missione[modifica | modifica wikitesto]

La sonda Tianwen-1 ha completato il suo inserimento in orbita di Marte il 10 febbraio 2021 e lo sgancio del rover è previsto nel mese di maggio 2021.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c La missione spaziale cinese Tianwen-1 ha raggiunto Marte, in il Post, 10 febbraio 2021. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  2. ^ a b Simone Montrasio, Tiān wèn-1, svelato nome e logo della prossima sonda marziana cinese. URL consultato il 29 aprile 2020.
  3. ^ China is racing to make the 2020 launch window to Mars, su gbtimes.com. URL consultato il 14 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2017).
  4. ^ The subsurface penetrating radar on the rover of China's Mars 2020 mission, su ieeexplore.ieee.org.
  5. ^ a b (EN) Stephen Clark, China launches robotic mission to orbit, land, and drive on Mars – Spaceflight Now, su spaceflightnow.com. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  6. ^ B. Zhou, S. X. Shen e Y. C. Ji, The subsurface penetrating radar on the rover of China's Mars 2020 mission, in 2016 16th International Conference on Ground Penetrating Radar (GPR), 2016-06, pp. 1–4, DOI:10.1109/ICGPR.2016.7572700. URL consultato il 10 febbraio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica