Thom de Graaf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Thom de Graaf
ThomdeGraaf2018.jpg

Vicepresidente del Consiglio di Stato
In carica
Inizio mandato 1º novembre 2018
Monarca Guglielmo Alessandro
Predecessore Piet Hein Donner

Viceministro presidente del Regno dei Paesi Bassi
Durata mandato 27 maggio 2003 –
23 marzo 2005
Capo del governo Jan Peter Balkenende
Predecessore Johan Remkes
Successore Laurens Jan Brinkhorst

Ministro per la riforma del governo e le relazioni con il Regno dei Paesi Bassi
Durata mandato 27 maggio 2003 –
23 marzo 2005
Capo del governo Jan Peter Balkenende
Predecessore carica istituita
Successore Alexander Pechtold

Componente della Tweede Kamer
Durata mandato 17 maggio 1994 –
27 maggio 2003
Gruppo
parlamentare
Democratici 66

Componente della Eerste Kamer
Durata mandato 7 giugno 2011 –
20 settembre 2018
Gruppo
parlamentare
Democratici 66
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democratici 66 (dal 1977)
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Università Università Radboud di Nimega
Professione Giurista e Docente

Thomas Carolus de Graaf, detto Thom (Amsterdam, 11 giugno 1957), è un politico olandese, attuale vicepresidente del Consiglio di Stato dal 1º novembre 2018[1] ed ex ministro dell'interno e viceministro presidente sotto Jan Peter Balkenende dal 2003 al 2005. Deputato prima e senatore dopo, ha guidato come leader i Democratici 66 e ha rappresentato questi come capogruppo alla Tweede Kamer.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Thom de Graaf nel 2009 al Congresso dei D66.

Figlio del deputato e sindaco di Nimega Theo de Graaf, ha studiato giurisprudenza all'Università Radboud di Nimega.

Dal 1990 al 1994 è stato membro del Consiglio comunale di Leida.

Dal 1994 al 2003 ha fatto parte della Tweede Kamer. Dal 1998 al 2003 è stato anche leader del partito Democratici 66.

Dal 27 maggio 2003 al 23 marzo 2005 ha ricoperto l'incarico di ministro delle riforme governative e delle relazioni con il Regno e di viceministro presidente dei Paesi Bassi.

Dal 2007 al 2012 De Graaf è stato sindaco di Nimega.

Dal 2011 fa parte della Eerste Kamer mentre dal 2015 è anche presidente del gruppo parlamentare dei Democratici 66. È vicepresidente del Consiglio di Stato (Raad van State), succeduto nella carica a Piet Hein Donner.[2]

Thom de Graaf è sposato dal 15 settembre 1981 e ha due figli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NL) Benoeming vice-president Raad van State Rijksoverheid, 22 giugno 2018.
  2. ^ (NL) De nieuwe 'onderkoning' is zeer ervaren D66'er Thom de Graaf, NOS.nl, 22 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vicepresidente del Consiglio di Stato Successore
Piet Hein Donner dal 1º novembre 2018 in carica
Predecessore Viceministro presidente del Regno dei Paesi Bassi Successore State coat of arms of the Netherlands.svg
Johan Remkes 27 maggio 2003 - 23 marzo 2005 Laurens Jan Brinkhorst
Predecessore Ministro per la riforma del governo e le relazioni con il Regno dei Paesi Bassi Successore Ministerie van Binnenlandse Zaken en Koninkrijksrelaties Logo.jpg
carica istituita 9 giugno 2015 - 26 giugno 2018 Alexander Pechtold
Predecessore Capogruppo dei Democratici 66 alla Eerste Kamer Successore
Roger van Boxtel 27 maggio 2003 - 23 marzo 2005 Hans Engels
Predecessore Capogruppo dei Democratici 66 alla Tweede Kamer Successore
Gerrit Jan Wolffensperger 27 novembre 1997 - 19 maggio 1998 Els Borst I
Els Borst 30 maggio 1998 - 22 gennaio 2003 Boris Dittrich II
Predecessore Leader dei Democratici 66 Successore D66 logo (2008–2019).svg
Els Borst 30 maggio 1998 - 22 gennaio 2003 Boris Dittrich
Controllo di autoritàVIAF (EN40826679 · ISNI (EN0000 0000 2890 3878 · LCCN (ENn85257589 · GND (DE1075862019 · WorldCat Identities (ENlccn-n85257589