This Strange Engine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
This Strange Engine
ArtistaMarillion
Tipo albumStudio
Pubblicazioneaprile 1997
Durata70:47
Dischi1
Tracce8
GenereNeoprogressive
EtichettaIntact Records
ProduttoreMarillion
Registrazioneagosto-novembre 1996, The Racket Club, Aylesbury (Regno Unito)
FormatiCD, 2 LP, download digitale
Marillion - cronologia
Album precedente
(1996)
Album successivo
(1998)
Singoli
  1. Man of a Thousand Faces
    Pubblicato: maggio 1998
  2. Eighty Days
    Pubblicato: settembre 1998

This Strange Engine è il nono album in studio del gruppo musicale britannico Marillion, pubblicato nell'aprile 1997 dalla Intact Records.[1]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

This Strange Engine sancisce il divorzio dalla storica etichetta di distribuzione EMI da parte dei Marillion, a seguito della relativa mancanza di successo commerciale di Afraid of Sunlight del 1995.

Il primo singolo estratto dall'album fu Man of a Thousand Faces, da cui venne tratto anche un videoclip. Il secondo estratto dall'album fu invece 80 Days. Per la prima volta nessun singolo tratto da un album dei Marillion entrò nella classifica Top 40 del Regno Unito. Il brano che dà il titolo all'album è un racconto autobiografico della vita del cantante Steve Hogarth.

Una versione remix dell'album dal titolo Tales from the Engine Room fu distribuita nel gennaio 1998.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Steve Hogarth e John Helmer, musiche dei Marillion.

  1. Man of a Thousand Faces – 7:33
  2. One Fine Day – 5:31
  3. 80 Days – 5:00
  4. Estonia – 7:56
  5. Memory of Water – 3:01
  6. An Accidental Man – 6:12
  7. Hope for the Future – 5:10
  8. This Strange Engine – 30:24 – contiene una traccia fantasma senza titolo

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
  • Charlton & Newbottle School Choir – cori (traccia 1)
  • Tim Perkins – balalaica (traccia 4)
  • Paula Savage – tromba (traccia 7)
  • Phil Todd – sassofono (traccia 8)
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1997) Posizione
massima
Finlandia[2] 39
Germania[2] 48
Paesi Bassi[2] 10
Regno Unito[3] 27
Regno Unito (rock & metal)[4] 1
Scozia[5] 35

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo