This Is Acting

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
This Is Acting
ArtistaSia
Tipo albumStudio
Pubblicazione29 gennaio 2016
Durata46:32
Dischi1
Tracce12
GenerePop[1][2][3]
EtichettaMonkey Puzzle, RCA
ProduttoreGreg Kurstin, Jesse Shatkin, Kanye West, Jack Antonoff, Noah Goldstein, 88-Keys, T-Minus, Josh Valle, Nikhil Seetharam, Cameron Deyell, Dem $olo, Jake Sinclair, Chris Braide
Registrazione2014–2015
FormatiCD, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[4]
(vendite: 35 000+)
Germania Germania[5]
(vendite: 100 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[6]
(vendite: 7 500+)
Svizzera Svizzera[7]
(vendite: 10 000+)
Dischi di platinoBrasile Brasile (3)[8]
(vendite: 120 000+)
Canada Canada (2)[9]
(vendite: 160 000+)
Danimarca Danimarca (2)[10]
(vendite: 40 000+)
Francia Francia (3)[11]
(vendite: 300 000+)
Italia Italia[12]
(vendite: 50 000+)
Messico Messico (2)[13]
(vendite: 120 000+)
Regno Unito Regno Unito[14]
(vendite: 300 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[15]
(vendite: 1 000 000+)
Dischi di diamantePolonia Polonia[16]
(vendite: 100 000+)
Sia - cronologia
Album precedente
(2014)
Album successivo
(2017)
Logo
Logo del disco This Is Acting
Singoli
  1. Alive
    Pubblicato: 24 settembre 2015
  2. Bird Set Free
    Pubblicato: 4 novembre 2015
  3. One Million Bullets
    Pubblicato: 27 novembre 2015
  4. Cheap Thrills
    Pubblicato: 17 dicembre 2015
  5. Reaper
    Pubblicato: 7 gennaio 2016
  6. The Greatest
    Pubblicato: 5 settembre 2016
  7. Move Your Body
    Pubblicato: 6 gennaio 2017

This Is Acting è il settimo album in studio della cantautrice australiana Sia, pubblicato il 29 gennaio 2016 dalla Monkey Puzzle Records e dalla RCA Records.[17]

L'album ha ricevuto una candidatura ai Grammy Awards 2017 nella categoria miglior album pop vocale.[18]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2014 Sia ha rivelato di avere «due altri album completati e pronti ad essere pubblicati».[19] Ha rivelato dettagli sull'album per la prima volta in un'intervista pubblicata da NME a febbraio 2015, definendolo «più pop» rispetto al materiale da lei precedentemente inciso.[20] Ha anche rivelato che il successo di 1000 Forms of Fear e, in particolar modo, del suo singolo apripista Chandelier,[21] l'ha incoraggiata a continuare a pubblicare nuovo materiale,[22] e ha detto del titolo dell'album: «L'ho intitolato This Is Acting perché sono canzoni che stavo scrivendo per altri artisti, quindi non pensavo "questo è qualcosa che canterei". È simile alla recitazione. È divertente».[23] La copertina del disco presenta il volto di Sia digitalmente alterato.[24]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 settembre 2015 Sia ha rivelato che il primo singolo estratto dall'album, Alive, sarebbe stato pubblicato al termine del mese; uscito il 24 settembre, il singolo era stato originariamente composto per la cantante britannica Adele, la quale ha contribuito alla composizione ma lo ha rifiutato all'ultimo minuto.[25][26] Il 2 novembre è stato rivelato che This Is Acting sarebbe stato pubblicato il 29 gennaio 2016,[27] mentre due giorni più tardi è uscito per il download digitale il secondo singolo Bird Set Free,[28] originariamente composto per il film Pitch Perfect 2 ma scartato dai produttori in favore di Flashlight di Jessie J; il brano fu proposto inizialmente a Rihanna e, in seguito al rifiuto della cantante barbadiana, è stato proposto ad Adele, la quale lo ha registrato per un possibile inserimento nel suo album 25, scartandolo all'ultimo momento.[29]

Il 7 novembre Sia ha cantato dal vivo Alive e Bird Set Free durante la sua partecipazione al programma televisivo Saturday Night Live;[30][31] Alive è stata nuovamente eseguita dalla cantante presso vari programmi televisivi come The Ellen DeGeneres Show,[32] The Voice,[33] e The X Factor.[34]

Il 27 novembre 2015 è stato pubblicato per il download digitale il terzo singolo One Million Bullets,[35][36] seguito il 17 dicembre da Cheap Thrills e il 7 gennaio 2016 da Reaper.[37][38] Anche questi ultimi brani sono stati composti dalla cantante per Rihanna.[39]

Il 21 gennaio 2016 la cantante ha reso disponibile per l'ascolto anche il brano Unstoppable.[40]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

This Is Acting ha ricevuto recensioni generalmente positive da parte dei critici musicali. The A.V. Club ha dato una recensione favorevole all'album, affermando che «C'è un chiaro tema qui, ed è l'emancipazione – dalla paura, dal dubbio e, soprattutto, dal sentirsi come se non fossi destinata a diventare una star».[41]

Jon Pareles del New York Times ha dato all'album una recensione mista, scrivendo «In Alive, mentre ripete "Sto ancora respirando!" nel ritornello, fa sì che la sua voce si spezzi in un modo diverso ogni volta che canta, ma il successo di Sia come produttrice è diventato un trabocchetto: anche se lei e i suoi produttori ostentano la sua voce a più livelli e gli effetti sonori sferzanti, ci sono già così tanti inni di celebrazione della vittoria che offre rendimenti decrescenti, in particolare quando ascoltati come album».[42]

Kathy Iandoli di Idolator è stato più positivo nei confronti dell'album, affermando che «sembra essere scesi a patti con i suoi demoni fastidiosi, poiché Sia mantiene la brutale onestà ammantata di musica cinematografica e mainstream – anche se attraverso canzoni che, come ben sappiamo, sono stati scritti per e rifiutati da altri artisti [...] La sua voce è così audace e bella che quando cerca di inserirsi in canzoni progettate per voci sottili (vedi Sweet Design), sembra una cantante d'opera in una sala da ballo.» Su un aspetto più personale, scrive «sembra che la carriera di Sia sia stata idilliaca fino ad ora per tutti tranne che per lei. Ha iniziato nel fantastico mondo indie, spostata verso la maestà pop di medio livello, ha preso una pausa per diventare una cantautrice di successo e poi scivola nello stato di quasi icona, ma quando vivi nella tua testa, niente di tutto ciò importa, ed è questo che rivela This Is Acting».[43]

La rivista statunitense Billboard ha incluso l'album tra i migliori della prima metà del 2016, scrivendo che «Mentre altri artisti rabbrividiscono al pensiero di essere etichettati come un tutto esaurito, Sia celebra ciò e lo ha trasformato in un concept album».[44]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bird Set Free – 4:12 (Sia Furler, Greg Kurstin)
  2. Alive – 4:23 (Sia Furler, Adele Adkins, Tobias Jesso Jr.)
  3. One Million Bullets – 4:12 (Sia Furler, Jesse Shatkin)
  4. Move Your Body – 4:07 (Sia Furler, Greg Kurstin, Daniel Møldrup)
  5. Unstoppable – 3:37 (Sia Furler, Christopher Braide)
  6. Cheap Thrills – 3:31 (Sia Furler, Greg Kurstin)
  7. Reaper – 3:39 (Sia Furler, Noah Goldstein, Charles Napa, Dom Solo, Kanye West)
  8. House on Fire – 4:01 (Sia Furler, Jack Antonoff)
  9. Footprints – 3:13 (Sia Furler, Nikhil Seetharam, Josh Valle, Tyler Williams)
  10. Sweet Design – 2:25 (Sia Furler, Mark Andrews, Desmond Child, Marquis Collins, Tim Kelley, Greg Kurstin, Joseph Longo, Bob Robinson, Robi Rosa)
  11. Broken Glass – 4:24 (Sia Furler, Jesse Shatkin, Jasper Leak)
  12. Space Between – 4:48 (Christopher Bride, Sia Furler)
Tracce bonus nell'edizione deluxe di Target
  1. Fist Fighting a Sandstorm – 3:37 (Sia Furler, Jesse Shatkin)
  2. Summer Rain – 3:34 (Sia Furler, Jesse Shatkin)
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Alive (AFSHeeN Remix) – 3:16 (Sia Furler, Adele Adkins, Tobias Jesso Jr.)
  2. Alive (Boehm Remix) – 3:50 (Sia Furler, Adele Adkins, Tobias Jesso Jr.)
  3. Alive (Cahill Remix) – 4:18 (Sia Furler, Adele Adkins, Tobias Jesso Jr.)
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. Cheap Thrills (feat. Sean Paul) – 3:45 (Sia Furler, Greg Kurstin, Sean Paul)
  2. The Greatest (feat. Kendrick Lamar) – 3:30 (Sia Furler, Greg Kurstin)
  3. Confetti – 4:06 (Sia Furler, Christopher Bride)
  4. Move Your Body (Alan Walker Remix) – 3:37 (Sia Furler, Greg Kurstin, Daniel Møldrup)
  5. Midnight Decisions – 3:42 (Sia Furler, Christopher Braide)
  6. Jesus Wept – 5:29 (Sia Furler, Samuel Dixon)
  7. The Greatest – 3:30 (Sia Furler, Greg Kurstin)

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

This Is Acting ha debuttato direttamente al vertice delle classifiche australiane e in breve tempo è stato certificato disco d'oro dalla ARIA. Negli Stati Uniti d'America ha invece debuttato al 4º posto della Billboard 200 con una vendita pari a 81 000 unità, divenendo la miglior vendita settimanale della cantante nel paese.[45] Nella sua ventiseiesima settimana di presenza nella classifica statunitense, il disco è ritornato nella top ten, che non raggiungeva sin dal suo debutto, e con una vendita di 30 000 copie si colloca alla sesta posizione. Ciò è avvenuto anche grazie al successo del singolo Cheap Thrills che primeggiava la classifica dei singoli in quel periodo.[46]

Al luglio 2017, l'album ha venduto un totale di circa 2 milioni di copie certificate in tutto il mondo, superando quindi il già elevato successo riscosso dal precedente album dell'artista.[47]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Claudio Todesco, THIS IS ACTING - SIA, su Rockol, 25 gennaio 2016. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  2. ^ Giulia Quaranta, Sia - This Is Acting, su Ondarock, 2 febbraio 2016. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  3. ^ (EN) Kathy Iandolf, Review: Sia's 'This Is Acting : album review, su idolator.com, Idolator, 29 gennaio 2016. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) Gavin Ryan, ARIA Albums: Matt Corby 'Telluric' Is 100th No 1 Australian Album, su noise11.com, Australia's Music News Authority, 19 marzo 2016. URL consultato il 2 aprile 2016.
  5. ^ (DE) Sia - This Is Acting – Gold-/Platin-Datenbank, su Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 17 maggio 2017.
  6. ^ (EN) NZ Top 40 Albums Chart: 12 June 2017, su nztop40.co.nz, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 19 novembre 2021.
  7. ^ (DE) Edelmetall, su Schweizer Hitparade. URL consultato il 19 maggio 2017.
  8. ^ (PT) Sia – Certificados, su Pro-Música Brasil. URL consultato il 21 giugno 2019.
  9. ^ (EN) This Is Acting – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 22 agosto 2017.
  10. ^ (DA) This Is Acting, su IFPI Danmark. URL consultato l'11 agosto 2020.
  11. ^ (FR) Sia - This Is Acting – Les certifications, su SNEP. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  12. ^ This Is Acting (certificazione), su FIMI. URL consultato il 29 dicembre 2020.
  13. ^ (ES) Certificaciones, su amprofon.com.mx, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 2 dicembre 2020. Digitare "This Is Acting" in "Título".
  14. ^ (EN) This Is Acting, su British Phonographic Industry. URL consultato il 22 marzo 2017.
  15. ^ (EN) Sia - This Is Acting – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  16. ^ (PL) bestsellery i wyróżnienia, su Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  17. ^ This Is Acting, su itunes.apple.com, iTunes. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  18. ^ Tutte le nomination dei Grammy 2017, su Rolling Stone Italia. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  19. ^ (EN) Sia Is SPIN's 2014 Artist of the Year, su Spin, 7 dicembre 2014. URL consultato il 29 giugno 2019.
  20. ^ (EN) Colin Stutz, Sia's Next Album is Finished, Likely Called 'This is Acting', su Billboard, 17 febbraio 2015. URL consultato il 29 giugno 2019.
  21. ^ (EN) Peter Vincent, Sia Furler announces new album after Chandelier success, su The Sydney Morning Herald, 17 febbraio 2015. URL consultato il 29 giugno 2019.
  22. ^ (EN) Sia reveals details of new album 'This Is Acting', su Entertainment. URL consultato il 29 giugno 2019.
  23. ^ (EN) Sia's Already Recorded A New Album Titled This Is Acting, su stereogum.com, Stereogum, 17 febbraio 2015. URL consultato il 29 giugno 2019.
  24. ^ Filmato audio BBC One, Sia talks about co-writing her new single with Adele - The Graham Norton Show: Episode 11, su YouTube, 11 dicembre 2015. URL consultato il 29 giugno 2019.
  25. ^ (EN) Thomas Chau, Sia Reveals That She Originally Wrote Her Next Single for Adele, su popcrush.com, Popcrush, 7 settembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  26. ^ (SL) Sia za MMC: "Vsi mislijo, da bodo s slavo postali kul, ljubljeni in posebni", su rtvslo.si, RTV Slovenija. URL consultato il 5 marzo 2016.
  27. ^ (EN) Adelle Platon, Sia Reveals 'This Is Acting' Release Date, su Billboard, 2 novembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  28. ^ Bird Set Free, su play.google.com, Google Play. URL consultato il 5 marzo 2016.
  29. ^ (EN) Sia on Reclaiming Adele, Rihanna's Unwanted Hits, su Rolling Stone, 3 dicembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2017).
  30. ^ (EN) Gabriela Tully, Sia Playing SNL with Host Donald Trump, su stereogum.com, Stereogum, 13 ottobre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  31. ^ (EN) Erica Russell, Donald Trump Hosts 'SNL', Sia Performs, su popcrush.com, PopCrush, 7 novembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  32. ^ (EN) Alyssa Bailey, Watch Sia and Maddie Ziegler's Chilling Live Performance of "Alive", su Elle, 1º dicembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  33. ^ (EN) Alyssa Norwin, Sia Totally Rocks 'The Voice' Stage with Soaring Performance of 'Alive', su Hollywood Life, 1º dicembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  34. ^ (EN) The X Factor - Live 6 Results, su itv.com, ITV, 16 novembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  35. ^ (EN) Jazz Monroe, Sia Shares New Track "One Million Bullets", su pitchfork.com, Pitchfork, 27 novembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  36. ^ One Million Bullets, su play.google.com, Google Play. URL consultato il 5 marzo 2016.
  37. ^ Cheap Thrills, su play.google.com, Google Play. URL consultato il 5 marzo 2016.
  38. ^ Reaper, su play.google.com, Google Play. URL consultato il 5 marzo 2016.
  39. ^ (EN) Jessie Katz, Sia Talks Working With Beyonce, Adele & 'Dominant' Katy Perry, su Billboard, 4 dicembre 2015. URL consultato il 5 marzo 2016.
  40. ^ (EN) Jessie Morris, Listen to Sia's "Unstoppable", su complex.com, Complex, 21 gennaio 2016. URL consultato il 5 marzo 2016.
  41. ^ (EN) Alex McLevy, Sia's charisma holds together an assembly line of modern pop hits, su The A.V. Club. URL consultato il 29 giugno 2019.
  42. ^ (EN) Jon Pareles, Review: In 'This Is Acting', Sia Adheres to Her Victim-to-Victory Formula, su The New York Times, 27 gennaio 2016. URL consultato il 29 giugno 2019.
  43. ^ (EN) Kathy Iandoli, Sia's 'This Is Acting': Album Review, su idolator.com, Idolator, 29 gennaio 2016. URL consultato il 29 giugno 2019.
  44. ^ (EN) Best Albums of 2016 (So Far): Critics' Picks, su Billboard, 30 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2019.
  45. ^ (EN) Rihanna's 'Anti' Rules at No. 1 on Billboard 200 Albums Chart, su Billboard, 20 aprile 2016. URL consultato l'11 settembre 2016.
  46. ^ (EN) Spends 12th Week at No. 1 on Billboard 200, Gucci Mane Bows at No. 2, su Billboard, 31 luglio 2016. URL consultato l'11 settembre 2016.
  47. ^ (EN) World Music Awards :: Japanese pop idol group Kanjani 8 has the World's best-selling Album this week with their ninth studio album 'Jam' after selling 328,000 physical and digital copies in its 1st week!, su worldmusicawards.com, World Music Awards, 18 luglio 2017. URL consultato il 30 luglio 2017.
  48. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Sia - This Is Acting, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 6 marzo 2016.
  49. ^ (EN) Sia - Chart history (Billboard Canadian Albums), su billboard.com, Billboard. URL consultato il 6 marzo 2016 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2016).
  50. ^ (EN) TOP 100 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 4 February 2016, su chart-track.co.uk, GFK Chart-Track. URL consultato il 6 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2016).
  51. ^ (PL) sprzedaż w okresie: 29.01.2016 - 04.02.2016, su olis.onyx.pl, OLiS. URL consultato il 6 marzo 2016.
  52. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 05 February 2016 - 11 February 2016, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 6 marzo 2016.
  53. ^ (EN) Sia - Chart history (Billboard 200), su billboard.com, Billboard. URL consultato il 6 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2014).
  54. ^ (EN) Sia - Chart history (Tastemaker Albums), su billboard.com, Billboard. URL consultato il 6 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 29 febbraio 2016).
  55. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, su slagerlistak.hu, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 4 novembre 2016.
  56. ^ (IS) TÓNLISTINN - PLÖTUR - 2016, su plotutidindi.is, Plötutíðindi. URL consultato il 15 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2021).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica