Thirty-Three

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thirty-Three
Thirty-tree.jpg
screenshot del video
ArtistaThe Smashing Pumpkins
Tipo albumSingolo
Pubblicazione11 novembre 1996
Durata4:09
Album di provenienzaMellon Collie and the Infinite Sadness
GenereRock alternativo[1]
Noise pop[1]
EtichettaVirgin Records
ProduttoreFlood, Alan Moulder, Billy Corgan
Registrazione1995
FormatiCD singolo
The Smashing Pumpkins - cronologia
Singolo precedente
(1996)

Thirty-Three è un singolo del gruppo alternative rock statunitense The Smashing Pumpkins, il quinto ed ultimo estratto dal loro terzo album Mellon Collie and the Infinite Sadness. È stato anche il primo singolo pubblicato dopo la morte di Jonathan Melvoin ed il temporaneo allontanamento di Jimmy Chamberlin.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

È stato il primo brano scritto da Billy Corgan dopo il Siamese Dream tour.

Lo stesso Corgan il 24 agosto 2000 ha scherzato in una puntata di VH1 Storytellers asserendo che aveva in mente di fare "Thirty-Three", "Sixty-Six", e "Ninety-Nine", ma di aver finito solo "Thirty-Three".[2] Quando la band ha pubblicato il suo Greatest Hits nel 2001, Thirty-Three non è stata inserita né nella versione internazionale, né in quella americana venendo tuttavia inclusa nel Greatest Hits Video Collection.

Il singolo ha raggiunto il 2º posto nella Billboard Alternative Songs negli Stati Uniti.[3]

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il video musicale di Thirty-Three, diretto da Billy Corgan e dalla sua fidanzata dell'epoca Yelena Yemchuk, è filmato con una serie di immagini scattate in stop-motion, che termina con una rievocazione della copertina dell'album Mellon Collie. Jimmy Chamberlin è già assente dalle immagini riguardanti la band. Il video del brano, a differenza della maggior parte dei video dei Pumpkins, è stato realizzato con immagini strettamente legate alle parole del testo.[4]

I fan hanno lanciato un grande attacco allo spettacolo Total Request Live di MTV per avere la canzone riprodotta il giorno del trentatreesimo compleanno di Billy Corgan nel 2000. Il progetto non è stato un successo, non riuscendo a raggiungere le richieste per un numero sufficiente, ma è stato menzionato in onda dal presentatore Carson Daly.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono di Billy Corgan eccetto dove indicato.

CD Maxi singolo USA e UK[5][6]
  1. Thirty-Three – 4:09
  2. The Last Song – 3:55
  3. The Aeroplane Flies High (Turns Left, Looks Right) – 8:31
  4. Transformer – 3:25
CD singolo 2 UK[7]
  1. Thirty Three – 4:09
  2. The Bells – 2:16 (J. Iha)
  3. My Blue Heaven – 3:20 (G. Whiting, W. Donaldson)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1996) Posizione
massima
Regno Unito 21
Stati Uniti (Billboard Modern) 2
Stati Uniti (Billboard Hot 100) 39

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

The Smashing Pumpkins
Atri musicisti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Thirty-Three - The Smashing Pumpkins | Songs, Reviews, Credits - | AllMusic, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 28 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Gil Kaufman, Pumpkins' Billy Corgan Pulls Back Curtain For 'Storytellers', su MTV News. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Smashing Pumpkins Chart History | Billboard, Billboard. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  4. ^ Commento sul video di "Thirty-Three". The Smashing Pumpkins 1991–2000: Greatest Hits Video Collection (Virgin Records, 2001).
  5. ^ (EN) The Smashing Pumpkings - Thirty-Three (CD) at Discogs, Discogs.com. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  6. ^ (EN) The Smashing Pumpkings - Thirty-Three (CD) at Discogs, Discogs.com. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  7. ^ (EN) The Smashing Pumpkings - Thirty-Three (CD) at Discogs, Discogs.com. URL consultato il 27 febbraio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock