Things Fall Apart (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Things Fall Apart
Artista The Roots
Tipo album Studio
Pubblicazione 23 febbraio 1999
Durata 70 min : 34 s
Dischi 1
Tracce 17 + 1 ghost track
Genere Rap
Alternative rap
Etichetta MCA Records
Produttore The Grand Wizards, Jay Dee
Certificazioni
Dischi di platino Stati Uniti Stati Uniti[3]
(vendite: 1 000 000+)
The Roots - cronologia
Album precedente
(1996)
Album successivo
(1999)

Things Fall Apart è il quarto album della band hip hop statunitense The Roots, pubblicato il 23 febbraio 1993 e distribuito dall'etichetta MCA. L'album è prodotto dai Grand Wizards e da Jay Dee. All'album partecipano artisti come Erykah Badu, D'Angelo, Eve, Common e Mos Def, ed è considerato l'album rivelazione della band, con la hit You Got Me vincitrice di un Grammy award, e la club hit The Next Movement prodotta con DJ Jazzy Jeff. L'album contiene anche un poema di Ursula Rucker.

Things Fall Apart riceve generalmente recensioni positive da parte della critica specializzata: AllMusic gli assegna quattro stelle e mezzo su cinque, Rolling Stone 4/5 e Robert Christgau, che considerava insufficienti i lavori precedenti del gruppo, pur criticando i «letti onnipresenti e ostinati di Kamal» elogia il gruppo per «aver guardato indietro al rap old-school che avevano amato prima di scoprire il jazz lite» e vota l'album con una "B+".

Il 5 aprile 1999 la RIAA lo certifica disco d'oro. Il 22 aprile 2013 Thing Fall Apart è certificato disco di platino per il milione di unità vendute.

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 4.5/5 stelle[1]
Alternative Press 4/5[4]
Entertainment Weekly B[5]
Muzik 5/5 stelle[6]
NME 8/10[7]
Pitchfork Media 9.4/10[8]
Q 4/5 stelle[9]
Rolling Stone 4/5 stelle[10]
Spin 9/10[11]
The Village Voice B+[12]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Act Won (Things Fall Apart) - 0:55
  2. Table of Contents (Parts 1&2) - 3:37
  3. The Next Movement - 4:10
  4. Step Into The Realm - 2:50
  5. The Spark - 3:52
  6. Dynamite - 4:46
  7. Without a Doubt - 4:13 (feat. Lady B)
  8. Ain't Sayin Nothin' New - 4:34 (feat. Dice Raw)
  9. Double Trouble - 5:50 (feat. Mos Def)
  10. Act Too (The Love of My Life) - 4:55 (feat. Common)
  11. 100% Dundee - 3:54
  12. Diedre Vs. Dice - 0:47 (feat. Dice Raw)
  13. Adrenaline! - 4:27 (feat. Dice Raw & Beanie Sigel)
  14. 3rd Acts:? Vs. Scratch2...Electric Boogaloo - 0:52
  15. You Got Me - 4:19 (feat. Erykah Badu & Eve)
  16. Don't See Us - 4:30 (feat. Dice Raw)
  17. The Return To Innocence Lost (+ ghost track) - 12:00 (performed by Ursula Rucker)

Credits[modifica | modifica wikitesto]

  • Producer(s): The Grand Wizards
  • Cover Image: Corbis/NewYork
  • Photographry: MobHouse
  • Design: Kenny J. Gravillis

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1999) Posizione
massima
Canada[13] 7
Francia[14] 41
Germania[14] 64
Paesi Bassi[14] 92
Regno Unito[15] 84
Stati Uniti[16] 4
US Top R&B/Hip-Hop Albums[17] 2
Svizzera[14] 40

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Steve Huey, Things Fall Apart – The Roots, AllMusic. URL consultato il 26 agosto 2009.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum, riaa.com. URL consultato il 28 giugno 2017.
  3. ^ [2]
  4. ^ (EN) The Roots: Things Fall Apart, in Alternative Press, nº 131, June 1999, p. 108.
  5. ^ (EN) Marc Weingarten, Things Fall Apart, in Entertainment Weekly, 19 febbraio 1999. URL consultato il 26 agosto 2009.
  6. ^ (EN) Pete McPhail, The Roots: Things Fall Apart, in Muzik, nº 46, March 1999, p. 82.
  7. ^ (EN) Dele Fadele, The Roots – Things Fall Apart, in NME, 23 marzo 1999. URL consultato il 26 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2000).
  8. ^ (EN) Marcus Moore, The Roots: Things Fall Apart, Pitchfork Media, 28 agosto 2016. URL consultato il 28 agosto 2016.
  9. ^ (EN) The Roots: Things Fall Apart, in Q, nº 152, May 1999, p. 114.
  10. ^ (EN) Touré, The Roots: Things Fall Apart, in Rolling Stone, 8 febbraio 1999. URL consultato il 26 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2009).
  11. ^ (EN) Neil Kulkarni, Prince Paul: A Prince Among Thieves / The Roots: Things Fall Apart, in Spin, vol. 15, nº 3, March 1999, p. 142. URL consultato il 19 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Robert Christgau, Consumer Guide, in The Village Voice, 16 marzo 1999. URL consultato il 26 agosto 2009.
  13. ^ (EN) Billboard Canadian Albums, Billboard.com.
  14. ^ a b c d (EN) The Roots - Thing Fall Apart, lescharts.com.
  15. ^ (EN) Thing Fall Apart, officialcharts.com.
  16. ^ (EN) Billboard 200, Billboard.com.
  17. ^ (EN) Top R&B/Hip-Hop Albums, Billboard.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]