They Don't Care About Us

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
They Don't Care About Us
They Don't Care About Us.jpg
Screenshot tratto dal videoclip nella versione girata in Brasile
ArtistaMichael Jackson
Tipo albumSingolo
Pubblicazione31 marzo 1996
23 giugno 1996 Stati Uniti
Durata4:44 (versione album)
4:11 (versione ridotta)
Album di provenienzaHIStory: Past, Present and Future - Book I
GenerePop rock
Axé(solo nella versione video girata in Brasile)
Alternative hip hop
EtichettaEpic Records
ProduttoreMichael Jackson
Registrazione1995
Formati7", 12", CD, MC
Certificazioni
Dischi d'argentoFrancia Francia[1]
(vendite: 125 000+)
Regno Unito Regno Unito[2]
(vendite: 200 000+)
Dischi d'oroAustralia Australia[3]
(vendite: 35 000+)
Austria Austria[4]
(vendite: 25 000+)
Germania Germania (3)[5]
(vendite: 750 000+)
Norvegia Norvegia[6]
(vendite: 25 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (1)[7]
(vendite: 500 000+)
Michael Jackson - cronologia
Singolo precedente
(1995)
Singolo successivo
(1996)

They Don't Care About Us è una canzone scritta, composta e interpretata dal cantante statunitense Michael Jackson estratta il 31 marzo 1996 come quinto singolo dall'album HIStory: Past, Present and Future - Book I del 1995.

La canzone raggiunse la top 10 in diversi paesi del mondo, tra cui la posizione numero 1 in Italia e in Germania, ma si piazzò solo alla 30ª posizione sulla Billboard Hot 100 a causa delle polemiche relative al testo della canzone che venne considerato da alcuni critici "antisemita".[8]

Nel 2011 una nuova versione della canzone è stata pubblicata nell'album di remix Immortal.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu scritta e composta da Michael Jackson con l'intenzione di essere una canzone contro ogni forma di discriminazione sociale ma invece, in alcuni mercati, come quello statunitense, causò l'effetto opposto, già dalla pubblicazione dell'album nel giugno 1995, perché il testo della canzone venne considerato da alcuni critici "controverso" a causa della seguente parte del testo[8]:

Jew me, sue me, everybody do me (Dammi dell'ebreo, fammi causa, tutti quanti lo fanno)
Kick me, kike me, don't you black or white me (Calciami, dammi del giudeo, non darmi del bianco o del nero.)

Tali parole del testo vennero considerate da alcuni critici e da alcuni leader ebraici addirittura antisemite[9] dato che la parola "kike" in inglese è infatti usata come termine dispregiativo per indicare gli appartenenti alle fede ebraica. Jackson pertanto si dovette scusare pubblicamente dichiarando[8]:

«L'idea che questo testo possa essere ritenuto discutibile è estremamente offensivo per me e fuorviante. La canzone, infatti, parla del dolore del pregiudizio e dell'odio ed è un modo per attirare l'attenzione su problemi sociali e politici. Sono la voce degli accusati e degli attaccati. Sono la voce di tutti. Io sono lo skinhead, io sono l'ebreo, io sono l'uomo nero, io sono l'uomo bianco. Non sono io quello che stava attaccando. Riguarda le ingiustizie per i giovani e il modo in cui il sistema può ingiustamente accusarli. Sono arrabbiato e indignato per il fatto di essere stato così male interpretato.»

Apparendo assieme all'allora moglie, Lisa Marie Prisley, sul programma della ABC News Prime Time Live, Jackson, rispondendo alle accuse incalzanti della giornalista Diane Sawyer, ha inoltre aggiunto[10]:

« They Don't Care About Us non è antisemita perché non sono una persona razzista, non potrei mai essere un razzista. Amo tutte le razze.»

Nonostante le scuse del cantante, a causa delle polemiche la seconda parte della canzone non fu eseguita nell'HIStory World Tour ed inoltre il brano originale venne riedito in tutte le sue versioni (ed anche nel video) per censurare le parole Jew me e kike me, sostituite da un suono simile ad un disco che slitta, sottolineandone la censura.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Jackson la eseguì in un medley in tutti i concerti dell'HIStory World Tour del 1996-1997 in versione ridotta ed omettendo le parti del testo considerate controverse.

La canzone venne provata per l'ultima volta da Jackson nella primavera del 2009 allo Staples Center di Los Angeles per il residency show This Is It, che infine non ebbe luogo a causa della sua improvvisa morte.

Durante la serata finale del Festival di Sanremo 2010, venne eseguita la coreografia della canzone dai ballerini che avrebbero dovuto prendere parte all'ultima serie di concerti di Jackson, This Is It.

Tra il 2011 e il 2014, venne eseguita dai ballerini del Cirque du Soleil durante l'Immortal World Tour, il tour mondiale della compagnia circense eseguito in tutto il mondo in tributo a Jackson.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano venne diretto dal regista Spike Lee. Il video originale, mostrava Jackson che cantava in una prigione degli Stati Uniti. MTV ed altre reti musicali eliminarono il video dalla playlist perché mostrava scene di violenza.

Jackson e Spike Lee, realizzarono allora un'altra versione del video, girato questa volta nel quartiere di Pelourinho a Salvador da Bahia e nella favela di Santa Marta a Rio de Janeiro in Brasile.

Le riprese risultarono problematiche: le autorità statali cercarono, anche se invano, di bloccare le registrazioni. Ronaldo Cezar Coelho, all'epoca ministro brasiliano per l'economia e il turismo, chiese i diritti per la modifica delle immagini facendo la seguente dichiarazione: "Non vedo il motivo per cui dovremmo appoggiare i video che non contribuiscono in nessun modo a riabilitare l'immagine del Brasile". Le preoccupazioni delle autorità provenivano soprattutto dal fatto che il Brasile era candidato ad ospitare i Giochi olimpici del 2004 e le immagini che mostravano povertà e abusi dei diritti umani avrebbero potuto precludere l'elezione. Un giudice bloccò le registrazioni ma un ordine successivo dell'autorità giudiziaria annullò tale decisione.

Durante le riprese migliaia di persone oltrepassarono la sicurezza e una fan di Jackson riuscì ad avvicinarsi e ad abbracciare il cantante, causando in questo modo la caduta di entrambi. La donna venne in seguito scortata via dal set e Jackson continuò a ballare e cantare per la registrazione. Lo stesso regista del video Spike Lee, lo aiutò a rialzarsi. Tale scena è stata lasciata nel videoclip ufficiale. Nel video in molte scene sono presenti i percussionisti di una grande scuola di musica di Salvador, Olodum.

Spike Lee ha dichiarato che per garantire l'incolumità di Jackson in Brasile, hanno dovuto parlare con il boss della droga Marcinho VP perché la polizia brasiliana si rifiutava di scalare le colline della baraccopoli. Kátia Lund, regista nativa del Brasile e diplomata alla Brown University, che all'epoca lavorava per Lee, venne inviata a parlare con Marcinho e negoziare per ottenere protezione. La Lund ha dichiarato[11]:

«Non ho conosciuto Marcinho. Mi ha mandato un messaggio facendomi sapere che se avessimo deciso di realizzare il video con Michael (nella favela di Santa Marta), avremmo potuto posare 1 milione di dollari per strada e la nostra attrezzatura cinematografica, e nessuno l'avrebbe toccata.»

Successo[modifica | modifica wikitesto]

Grazie all'impatto del video e alla popolarità di Jackson tra gli abitanti del luogo, che lo considerano "un eroe", la favela di Santa Marta è stata ripulita dalla piaga dello spaccio e della criminalità. Una statua che raffigura Jackson come nel video è stata inaugurata dopo la morte del cantante ed è diventata una delle principali attrazioni turistiche del luogo.[12]

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo su YouTube con oltre 600 milioni di visualizzazioni.

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

La versione girata in Brasile del video venne pubblicata per la prima volta nel 1997 su HIStory on Film, Volume II (in VHS e DVD) e sul lato DVD del rispettivo DualDisc del cofanetto del 2006, Visionary. Nel 2010 venne pubblicata per la prima volta anche la versione "carcere" del video inserita, assieme al video versione "Brasile", all'interno del cofanetto in DVD, Michael Jackson's Vision.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Versione originale[modifica | modifica wikitesto]

Versione Regno Unito n°1[modifica | modifica wikitesto]

  1. They Don't Care About Us (LP edit) – 4:10
  2. They Don't Care About Us (Love to Infinity's Walk in the Park Mix) – 7:18
  3. They Don't Care About Us (Love to Infinity's Classic Paradise Mix) – 7:55
  4. They Don't Care About Us (Love to Infinity's Anthem of Love Mix) – 7:46
  5. ")They Don't Care About Us (Love to Infinity's Hacienda Mix) – 7:10
  6. They Don't Care About Us (Dallas Austin Main Mix) – 5:20

Versione Regno Unito n°2[modifica | modifica wikitesto]

  1. They Don't Care About Us (single edit) – 4:43
  2. They Don't Care About Us (Track Master's Remix) – 4:07
  3. They Don't Care About Us (Charles' Full Joint Remix) – 4:56
  4. Beat It (Moby's Sub Mix) – 6:11

Versione Stati Uniti n°1[modifica | modifica wikitesto]

  1. They Don't Care About Us (single version) – 4:43
  2. Rock with You (Frankie's Favorite Club Mix radio edit) – 3:47
  3. Earth Song (Hani's Radio Experience) – 3:33
  4. Wanna Be Startin' Somethin' (Brothers in Rhythm House Mix) – 7:40

Versione Stati Uniti n°2[modifica | modifica wikitesto]

  1. They Don't Care About Us (unedited album version) – 4:43
  2. They Don't Care About Us (Charles' Full Joint Remix) – 4:56
  3. They Don't Care About Us (Dallas Main Mix) – 5:06
  4. They Don't Care About Us (Love to Infinity's Walk in the Park Mix) – 7:18
  5. They Don't Care About Us (Love to Infinity's Classic Paradise Mix) – 7:55
  6. They Don't Care About Us (Track Master's Radio Edit) – 3:58
  7. Rock with You (Frankie's Favourite Club Mix) – 3:47
  8. Earth Song (Hani's Club Experience) – 7:55

The Visionary Single[modifica | modifica wikitesto]

Lato CD
  1. They Don't Care About Us (LP edit)
  2. They Don't Care About Us (Love to Infinity's Walk in the Park Mix)
Lato DVD
  1. They Don't Care About Us (Brazil music video)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1996) Posizione
Austria[32] 3
Belgio (Fiandre)[33] 40
Belgio (Vallonia)[34] 21
Germania[35] 7
Italia[36] 22
Paesi Bassi[37] 44
Svezia[38] 14
Svizzera[39] 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Les Certifications depuis 1973, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 22 ottobre 2014. Inserire "JACKSON MICHAEL" e premere il tasto "OK".
  2. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. Digitare "Michael Jackson" in "Keywords", dunque premere "Search".
  3. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), ARIA Charts. URL consultato il 7 marzo 2014.
  4. ^ (DE) Verband der Österreichischen Musikwirtschaft, IFPI Austria. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  5. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  6. ^ (NO) IFPI Norsk Platebransje, IFPI. URL consultato il 15 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2012).
  7. ^ (EN) Michael Jackson’s Catalogue Garners Major New Gold & Platinum Awards, su riaa.com.
  8. ^ a b c (EN) Bernard Weinraub, In New Lyrics, Jackson Uses Slurs, in The New York Times, 15 giugno 1995.
  9. ^ (EN) STEVE HOCHMAN, Jewish Leaders Call Jackson Lyrics Anti-Semitic : Pop music: The use of derogatory terms on 'They Don't Care About Us' prompts an outcry. But the record label says it's a song condemning prejudice., in Los Angeles Times, 16 giugno 1995.
  10. ^ Michael Jackson’s Primetime Interview with Diane Sawyer, su mjfacts.com, 14 giugno 2005.
  11. ^ Michael Jackson: Spike Lee reveals drug lord link to They Don’t Care About Us video shoot, su www.news.com.au. URL consultato il 7 marzo 2019.
  12. ^ (EN) Felicity Clarke, Favela's Michael Jackson Homage, su The Rio Times, 23 giugno 2010.
  13. ^ (EN) Australian Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, australiancharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  14. ^ (DE) Austrian Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, austriancharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  15. ^ a b (NL) Ultratop – Michael Jackson – They Don't Care About Us, Ultratop. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  16. ^ (EN) Danish Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, danishcharts.com.
  17. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart Hot 100, Billboard, 4 maggio 1996, p. 48. URL consultato il 16 agosto 2011.
  18. ^ (EN) Finnish Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, finnishcharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  19. ^ (FR) French Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, lescharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  20. ^ (DE) German Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, offiziellecharts.de. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  21. ^ Irish Recorded Music Association, Search the Charts - They Don't Care About Us, Fireball Media. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  22. ^ Hit Parade Italia - Indice per Interprete: J, Hit Parade Italia. URL consultato il 15 novembre 2014.
  23. ^ (EN) Norwegian Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, norwegiancharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  24. ^ (EN) New Zealand Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, charts.org.nz. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  25. ^ (NL) Dutch Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, dutchcharts.nl. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  26. ^ (EN) Michael Jackson – They Don't Care About Us, Official Charts Company. URL consultato il 25 maggio 2012.
  27. ^ (EN) Archive Chart: 1996-04-27, Official Charts Company. URL consultato il 25 maggio 2012.
  28. ^ (EN) Spanish Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, spanishcharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  29. ^ a b c d e (EN) Michael Jackson – Album & Song Chart History, All Media Network. URL consultato il 15 novembre 2014.
  30. ^ (EN) Swedish Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, swedishcharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  31. ^ (DE) Swiss Charts – Michael Jackson – They Don't Care About Us, hitparade.ch. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  32. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1996, Austriancharts.at. URL consultato il 5 dicembre 2013.
  33. ^ Jaaroverzichten 1996 (Vl), su Ultratop.be/nl, ULTRATOP & Hung Medien / hitparade.ch.. URL consultato il 5 dicembre 2013.
  34. ^ (FR) Jaaroverzichten 1996 (Wa), su Ultratop.be/fr. URL consultato il 5 dicembre 2013.
  35. ^ (DE) Single – Jahrescharts 1996, offiziellecharts.de. URL consultato il 24 settembre 2012.
  36. ^ I singoli più venduti del 1996, hitparadeitalia.it. URL consultato il 9 novembre 2014.
  37. ^ (NL) Jaaroverzichten 1996, su dutchcharts.nl. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  38. ^ Årslista Singlar - År 1996 [collegamento interrotto], su www.sverigetopplistan.se.
  39. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1996, su Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 19 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]