There Is a Hell, Believe Me I've Seen It. There Is a Heaven, Let's Keep It a Secret

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
There Is a Hell, Believe Me I've Seen It. There Is a Heaven, Let's Keep It a Secret
ArtistaBring Me the Horizon
Tipo albumStudio
Pubblicazione4 ottobre 2010
Durata53:00
Dischi1
Tracce12
GenereMetalcore[1]
EtichettaEpitaph Records
Visible Noise
ProduttoreFredrik Nordström
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[2]
(vendite: 60 000+)
Bring Me the Horizon - cronologia
Album precedente
(2008)
Album successivo
(2013)
Singoli
  1. It Never Ends
    Pubblicato: 20 agosto 2010
  2. Visions
    Pubblicato: 22 agosto 2011

There Is a Hell, Believe Me, I've Seen It. There Is a Heaven, Let's Keep It a Secret, è il terzo album in studio del gruppo musicale metalcore britannico Bring Me the Horizon, pubblicato il 4 ottobre 2010 nella maggior parte dell'Europa dalla Visible Noise e negli Stati Uniti dalla Epitaph Records.[3]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Registrato tra il marzo e giugno del 2010 negli IF Studio a Frölunda di Gothenburg, in Svezia, e nel Sunset Lodge Studios di Los Angeles, California, è stato prodotto da Fredrik Nordström e Henrick Udd con la partecipazione delle voci addizionali dell'artista canadese Lights, di Josh Franceschi del gruppo musicale inglese You Me at Six e di Josh Scogin dei The Chariot.

There Is a Hell, Believe Me, I've Seen It. There Is a Heaven, Let's Keep It a Secret è stato acclamato dalla critica musicale, che ha lodato i musicisti, il contenuto dei testi, le sperimentazioni e la maturità in confronto ai precedenti lavori della band.[4][5]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

L'album è entrato in molte classifiche, tra cui quelle di Australia, Canada, Germania, Svezia, Stati Uniti e Regno Unito, toccando il primo posto in Australia. Dall'album sono stati estratti due singoli, tra cui It Never Ends che è entrato alla terza posizione della Official Rock & Metal Chart e all'undicesima della Official Independent Chart[6][7].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Oliver Sykes, musiche dei Bring Me the Horizon.

  1. Crucify Me (feat. Lights) – 6:19
  2. Anthem – 4:49
  3. It Never Ends – 4:34
  4. Fuck (feat. Josh Franceschi) – 4:55
  5. Don't Go (feat. Lights) – 4:58
  6. Home Sweet Hole – 4:37
  7. Alligator Blood – 4:31
  8. Visions – 4:08
  9. Blacklist – 4:00
  10. Memorial – 3:09
  11. Blessed with a Curse – 5:08
  12. The Fox and the Wolf (feat. Josh Scogin) – 1:42
Tracce bonus nell'edizione iTunes britannica
  1. It Never Ends (Video)
  2. Chelsea Smile - Live at Warped Tour 2010 (Video)
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Chelsea Smile (KC Blitz remix)
  2. Football Season Is Over (After the Night remix)
  3. The Sadness Will Never End (Skrillex remix)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Bring Me the Horizon
Altri musicisti
  • Skrillexprogrammazione e cori in Visions
  • Jamie Kossoff - cori
  • Jon Courtney – cori
  • Lights – voce in Crucify Me e Don't Go
  • Kaleo James – cori in Fuck
  • Anna Maria Engberg – cori in Crucify Me
  • Elin Engberg – cori in Crucify Me
  • The Fredman Choristers – cori in Crucify Me e It Never Ends
  • Josh Franceschi – voce in Fuck
  • Josh Scogin – voce in The Fox and the Wolf

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) Recensioni: Bring Me The Horizon - There Is A Hell, Believe Me I've Seen It. There Is A Heaven, Let's Keep It A Secret, Spaziorock.it. URL consultato il 3 dicembre 2013.
  2. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 2 aprile 2016. Digitare "Bring Me the Horizon" in "Keywords", dunque premere "Search".
  3. ^ BLABBERMOUTH.NET – BRING ME THE HORIZON: New Album Details Revealed, Blabbermouth.net, 12 agosto 2010. URL consultato il 12 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2012).
  4. ^ Metal Hammer » Blog Archive » Bring Me The Horizon New Album Details Surface, Metal Hammer, 26 novembre 2009. URL consultato il 28 settembre 2010 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2011).
  5. ^ Bring Me The Horizon Plan Third Studio Album, Summer 2010 Release, Ryanrockshow.com, 25 novembre 2009. URL consultato il 9 novembre 2010.
  6. ^ 2010-09-04 Top 40 Rock & Metal Singles Archive | Official Charts
  7. ^ 2010-09-04 Top 40 Independent Singles Archive | Official Charts

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]