Theodor Lessing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Theodor Lessing

Theodor Lessing (Hannover, 8 febbraio 1872Marienbad, 31 agosto 1933) è stato un filosofo tedesco. È noto soprattutto per il saggio L'odio di sé ebraico (1930). I suoi ideali politici e la sua adesione al Sionismo ne fecero una figura scomoda della Germania nazista.

Lessing emigrò nell'allora Cecoslovacchia, dove fu assassinato da sicari nazisti nell'estate del 1933.

fu il primo omicidio politico di un oppositore del regime nazista fuori dai confini della Germania, suscitò l'indignazione mondiale, Cfr. Marwedel Rainer, Theodor Lessing 1872-1933. Eine Biographie, Luchterhand, Darmstadt-Neuwied, 1987. Citato in nota a pag 53 da Yvonne Sherratt, I filosofi di Hitler, Bollati Boringhieri, 2014

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN51718394 · LCCN: (ENn86027911 · ISNI: (EN0000 0001 0900 4137 · GND: (DE11872780X · BNF: (FRcb12097300t (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie