The Tree of Knowledge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Tree of Knowledge
The Tree of Knowledge (1920) - 1.jpg
Titolo originale The Tree of Knowledge
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1920
Durata 50 min circa (5 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia William C. de Mille
Soggetto dal lavoro teatrale di R.C. Carton
Sceneggiatura Margaret Turnbull
Casa di produzione Famous Players-Lasky Corporation
Fotografia L. Guy Wilky (con il nome Guy Wilky)
Interpreti e personaggi

The Tree of Knowledge è un film muto del 1920 diretto da William C. de Mille.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prologo
Eva spinge Adamo ad assaggiare il frutto dell'albero della conoscenza.

Inghilterra. Il giovane Nigel Stanyon, irretito dalle seduzioni di un'affascinante sirena di nome Belle, si rovina per lei. Ma la donna lo abbandona presto per un altro amante più ricco. Brian, un suo vecchio amico, aiuta Nigel offrendogli un lavoro, quello di intendente. In campagna, il giovane conosce e si innamora di Monica, una ragazza che abita nella tenuta vicina. Brian, che era partito per un viaggio in Europa, quando ritorna, presenta a tutti Belle, la donna che ha sposato. Scioccato, Nigel non riesce a raccontare di loro due all'amico e tace.
Ma Belle non è cambiata: quando Brian si trova sull'orlo del fallimento, si prepara a fuggire con Loftus Roupelle. Fermata da Nigel, la donna si vendica rivelando al marito che lui è il suo ex amante, riuscendo così a rovinare l'amicizia tra i due uomini. Poi fugge con Roupelle. Brian realizza adesso di aver offeso l'amico; per rimediare, si mette d'impegno per ricostituire le loro due fortune dilapidate a causa di Belle. In questo modo, Nigel potrà sposare la sua Monica.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Famous Players-Lasky Corporation e dalla Paramount Pictures, il film - presentato da Jesse L. Lasky - uscì nelle sale cinematografiche USA il 18 gennaio 1920.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Film accettabile nella gran parte delle sale cinematografiche, ma niente di più di un normale cinque rulli di produzione contemporanea.
Variety, 24 gennaio 1920[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'eredità DeMille, pag. 185

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5
  • Paolo Cherchi Usai e Lorenzo Codelli (a cura di), L'eredità DeMille, Edizioni Biblioteca dell'Immagine, Pordenone 1991

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema