The Tipping Point

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Tipping Point
Artista The Roots
Tipo album Studio
Pubblicazione 13 luglio 2004
Durata 55:05
Dischi 1
Tracce 13
Genere Rap
Etichetta Geffen Records
Produttore ?uestlove
Registrazione settembre 2003-aprile 2004
The Roots - cronologia
Album precedente
(2002)

The Tipping Point è il settimo album della band hip hop statunitense The Roots. Prodotto da Questlove e distribuito da Geffen, l'album è pubblicato il 13 luglio 2004.

L'album prende il nome dall'omonimo saggio di Malcolm Gladwell e la copertina è un'elaborazione grafica di una foto segnaletica scattata a un diciottenne Malcolm X, nel periodo precedente alla sua conversione islamica, avvenuta in carcere. Altre edizioni dell'album, compresa quella pubblicata su iTunes sostituiscono questa immagine con una simile, in cui posa Black Thought, come nella copertina del singolo Stay Cool.

Nella sua prima settimana, l'album vende 109.000 copie, debuttando al quarto posto della Billboard 200.[1] Nonostante le critiche miste nei confronti delle produzioni e della sostanza dei testi,[2][3][4][5] The Tipping Point riceve generalmente recensioni positive dalla critica: su Metacritic l'album è votato con 72/100.[6]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 3.5/5 stelle[7]
Blender 3/5 stelle[8]
Entertainment Weekly B+[9]
Los Angeles Times 2/4 stelle[4]
NME 8/10[10]
Pitchfork Media 5.4/10[11]
Rolling Stone 3/5 stelle[2]
Slant Magazine 4/5 stelle[12]
Spin B[13]
The Village Voice A−[14]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Star/Pointro
  2. I Don't Care
  3. Don't Say Nuthin'
  4. Guns Are Drawn
  5. Stay Cool
  6. Web
  7. Boom!
  8. Somebody's Gotta Do It feat. Devin The Dude, Jean Grae & Mack Dub
  9. Duck Down!
  10. Why (What's Goin On?)
  11. The Mic feat. Skillz (bonus track)
  12. Din da da (bonus track)
  13. Melting Pot (Booker T. & the M.G.'s cover) (bonus track)

Campioni utilizzati[modifica | modifica wikitesto]

Star/Pointro contiene un campione da Everybody Is A Star di Sly & The Family Stone.

Stay Cool contiene un campione da Harlem Hendoo di Al Hirt.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2002) Posizione
massima
Austria[15] 57
Belgio[15] 51
Finlandia[15] 22
Francia[15] 35
Germania[15] 44
Italia[15] 30
Norvegia[15] 20
Paesi Bassi[15] 44
Regno Unito[16] 71
Stati Uniti[17] 4
US Top R&B/Hip-Hop Albums[18] 2
Svizzera[15] 3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gelder, Laurence Van. (EN) Arts Briefing: Thursday, July 22, 2004. The New York Times. Retrieved on 2009-12-05.
  2. ^ a b (EN) Douglas Wolk, The Roots: The Tipping Point, in Rolling Stone, 12 luglio 2004. URL consultato il 5 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2007).
  3. ^ Bieritz, Erick. (EN) Review: The Tipping Point. Stylus Magazine. Retrieved on 2009-12-05.
  4. ^ a b (EN) Soren Baker, This diet of Roots fails to nourish, in Los Angeles Times, 11 luglio 2004. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  5. ^ Wang, Oliver. (EN) Review: The Tipping Point. The Village Voice. Retrieved on 2009-10-05.
  6. ^ (EN) Reviews for The Tipping Point by The Roots, Metacritic. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  7. ^ (EN) David Jeffries, The Tipping Point – The Roots, AllMusic. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  8. ^ (EN) Jody Rosen, The Roots: The Tipping Point, in Blender, nº 28, August 2004, p. 134. URL consultato il 6 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2006).
  9. ^ (EN) Raymond Fiore, The Tipping Point, in Entertainment Weekly, 16 luglio 2004. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  10. ^ (EN) The Roots: The Tipping Point, in NME, 31 luglio 2004, p. 41.
  11. ^ (EN) Nick Sylvester, The Roots: The Tipping Point, Pitchfork Media, 14 luglio 2004. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  12. ^ (EN) Alex Henderson, The Roots: The Tipping Point, su Slant Magazine, 12 luglio 2004. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  13. ^ (EN) Chris Ryan, Sowing the Seed, in Spin, vol. 20, nº 8, August 2004, pp. 101–102. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  14. ^ (EN) Robert Christgau, Looking Past Differences, su The Village Voice, 3 agosto 2004. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  15. ^ a b c d e f g h i (EN) The Roots - The Tipping Point, swedishcharts.com.
  16. ^ (EN) The Tipping Point, officialcharts.com.
  17. ^ (EN) Billboard 200, Billboard.com.
  18. ^ (EN) Billboard Top R&B/Hip-Hop Albums, Billboard.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]