The Sowers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Sowers
Titolo originale The Sowers
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1916
Durata 50 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia William C. de Mille
Frank Reicher
Soggetto dal romanzo The Sowers di Henry Seton Merriman (Hugh S. Scott)
Sceneggiatura Marion Fairfax
Casa di produzione Jesse L. Lasky Feature Play Company
Fotografia Charles Rosher
Costumi Fedor Raskolnikoff (non accreditato)
Interpreti e personaggi

The Sowers è un film muto del 1916 diretto da William C. de Mille e da Frank Reicher[1]. Il nome di Reicher viene citato come regista in alcuni articoli della Paramount, mentre riviste dell'epoca e recensioni accreditano il solo deMille[2].

La sceneggiatura si basa sul romanzo The Sowers di Henry Seton Merriman pubblicato a New York nel 1895[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Russia, Karin Dolokhof insieme al fidanzato, il principe Paul Alexis, fa parte di un movimento per i diritti dei contadini. Lo zar, prima che i due convolino a nozze, decide di far sposare, per ragioni di convenienza politica, Paul alla principessa Tanya. Il principe all'inizio esita, poi viene convinto al matrimonio quando Karin gli prospetta tutta una serie di miglioramenti che lui potrebbe attuare, aiutando il popolo. Scoperto il coinvolgimento di Karin e di Paul con i movimenti rivoluzionari, il conte Egor Strannik convince Tanya a tradire il nuovo marito a favore dello zar. Durante uno scontro con Karin e Paul, Tanya muore. Consci che il momento della rivoluzione non è ancora arrivato, i due innamorati lasciano il paese.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Jesse L. Lasky Feature Play Company.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto dalla Jesse L. Lasky Feature Play Co., fu registrato il 16 marzo 1916 con il numero LP7853[2]. Distribuito dalla Famous Players-Lasky Corporation e dalla Paramount Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 30 marzo 1916.

Alla Library of Congress di Washington, ne viene conservata una copia incompleta[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il nome di Reicher appare solo in IMDb
  2. ^ a b c AFI
  3. ^ L'eredità DeMille, pag. 183

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5
  • L'eredità DeMille, a cura di Paolo Cherchi Usai e Lorenzo Codelli, Edizioni Biblioteca dell'Immagine, 1991 Pordenone

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema