The Rugby Championship 2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Rugby Championship 2017
Logo della competizione
Competizione The Rugby Championship
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 22ª
Organizzatore SANZAAR
ARU, NZRFU, SARFU, UAR
Date dal 19 agosto
al 7 ottobre 2017
Luogo Argentina Argentina
Australia Australia
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Sudafrica Sudafrica
Risultati
Vincitore Nuova Zelanda Nuova Zelanda
(15º titolo)
Bledisloe Cup Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Mandela Plate Australia Australia
Freedom Cup Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Trofeo Puma Australia Australia
Statistiche
Miglior marcatore Australia Bernard Foley (80)
Record mete Australia Israel Folau
Nuova Zelanda Rieko Ioane (5)
Incontri disputati 12
Pubblico 367 318
(30 610 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2016 2018 Right arrow.svg

Il Rugby Championship 2017 è stata la 22a edizione del torneo internazionale di rugby a 15 dell'Emisfero Sud organizzato dal SANZAAR e riservato alle rappresentative nazionali maschili di Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica e Argentina. Si è svolto dal 19 agosto al 7 ottobre 2017 con la formula del girone all'italiana con partite di andata e ritorno.

Il torneo è noto per ragioni di sponsorizzazione come The Castle Rugby Championship in Sudafrica, The Investec Rugby Championship in Nuova Zelanda, The Castrol Edge Rugby Championship in Australia e The Personal Rugby Championship in Argentina.

La vittoria è andata per il secondo anno consecutivo alla Nuova Zelanda che ha vinto tutti gli incontri disputati.

Il torneo[modifica | modifica wikitesto]

La Nuova Zelanda vince subito la prima partita: troppa poca roba un'Australia che si sveglia solo all'inizio del secondo tempo e All Blacks che amministrano il risultato: a Sydney finisce 34-54. Nell'altra partita della prima giornata gli Springboks si sbarazzano dell'Argentina nel secondo tempo con un perentorio 37-15.

La settimana successiva vede i neozelandesi conservare ancora la Bledisloe Cup sconfiggendo un'Australia che stavolta non sfigura e che mette per lunghi periodi in difficoltà i campioni del mondo. Il Sudafrica invece sconfigge nuovamente i Pumas, capaci però di subire un passivo meno pesante che nella gara d'andata ma che lasciano il punto di bonus agli avversari per la prima volta in Sudamerica.

Alla terza giornata, mentre la Nuova Zelanda continua la sua striscia di vittorie sconfiggendo in casa l'Argentina, Australia e Sudafrica ottengono un pareggio a distanza di 16 anni dalla loro ultima partita terminata pari. Successivamente, il 16 settembre, gli All Blacks infliggono al Sudafrica la loro peggiore sconfitta di sempre battendoli a North Shore col punteggio 57-0.[1]

La vittoria matematica del torneo per la Nuova Zelanda arriva nel corso della quinta giornata, dominando comodamente la partita disputata in Argentina già nel primo tempo, mentre nell'altro incontro Sudafrica e Australia pareggiano nuovamente.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

1a giornata[modifica | modifica wikitesto]

Sydney
19 agosto 2017, ore 20:00 UTC+10
Australia Australia34 – 54
(6-54)
referto
Nuova Zelanda Nuova ZelandaANZ Stadium (54 846 spett.)
Arbitro: Inghilterra Wayne Barnes

Port Elizabeth
19 agosto 2017, ore 17:05 UTC+2
Sudafrica Sudafrica37 – 15
(13-5)
referto
Argentina ArgentinaNelson Mandela Bay Stadium (42 513 spett.)
Arbitro: Francia Romain Poite

2a giornata[modifica | modifica wikitesto]

Dunedin
26 agosto 2017, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda Nuova Zelanda35 – 29
(14-17)
referto
Australia AustraliaForsyth Barr Stadium (27 085 spett.)
Arbitro: Galles Nigel Owens

Salta
26 agosto 2017, ore 16:40 UTC-3
Argentina Argentina23 – 41
(10-17)
referto
Sudafrica SudafricaEstadio Padre Ernesto Martearena (17 435 spett.)
Arbitro: Francia Pascal Gaüzère

3a giornata[modifica | modifica wikitesto]

New Plymouth
9 settembre 2017, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda Nuova Zelanda39 – 22
(15-16)
referto
Argentina ArgentinaYarrow Stadium (22 118 spett.)
Arbitro: Australia Angus Gardner

Perth
9 settembre 2017, ore 18:00 UTC+8
Australia Australia23 – 23
(13-10)
referto
Sudafrica Sudafricanib Stadium (17 528 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Glen Jackson

4a giornata[modifica | modifica wikitesto]

North Shore
16 settembre 2017, ore 19:30 UTC+12
Nuova Zelanda Nuova Zelanda57 – 0
(31-0)
referto
Sudafrica SudafricaQBE Stadium (30 021 spett.)
Arbitro: Galles Nigel Owens

Canberra
16 settembre 2017, ore 20:00 UTC+10
Australia Australia45 – 20
(10-13)
referto
Argentina ArgentinaGIO Stadium (14 229 spett.)
Arbitro: Irlanda John Lacey

5a giornata[modifica | modifica wikitesto]

Bloemfontein
30 settembre 2017, ore 17:05 UTC+2
Sudafrica Sudafrica27 – 27
(10-13)
referto
Australia AustraliaToyota Stadium (33 805 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Ben O'Keeffe

Buenos Aires
30 settembre 2017, ore 19:30 UTC-3
Argentina Argentina10 – 36
(3-29)
referto
Nuova Zelanda Nuova ZelandaStadio José Amalfitani (30 140 spett.)
Arbitro: Sudafrica Jaco Peyper

6a giornata[modifica | modifica wikitesto]

Città del Capo
7 ottobre 2017, ore 17:05 UTC+2
Sudafrica Sudafrica24 – 25
(3-8)
referto
Nuova Zelanda Nuova ZelandaDHL Newlands (47 342 spett.)
Arbitro: Francia Jérôme Garcès

Mendoza
7 ottobre 2017, ore 19:30 UTC-3
Argentina Argentina20 – 37
(13-13)
referto
Australia AustraliaStadio Malvinas Argentinas (30 256 spett.)
Arbitro: Francia Mathieu Raynal

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P P+ P- B PT
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 6 6 0 0 246 119 127 4 28
Australia Australia 6 2 2 2 195 179 16 3 15
Sudafrica Sudafrica 6 2 2 2 152 170 -18 2 14
Argentina Argentina 6 0 0 6 110 235 -125 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Charlie Morgan, New Zealand 57 South Africa 0: All Blacks hit Springboks with record thrashing, in The Daily Telegraph, 16 settembre 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby